Cani & Uomini

Subito dopo la mia seconda separazione avevo preso a frequentare un tipo.

Separato, niente figli, orfano, una sorella lontana, andava sempre in banca a depositare soldi… le premesse c’erano e con un po’ di lavoro ci si poteva cavare qualche cosa…

Beh, tentò di venire a cena a casa mia solo due volte e, in entrambe i casi, dovemmo andare al ristorante non perché bruciai l’ arrosto o altro… noooooooooo… Argo, i miei 50 chili di stupido cane, non lo fece entrare neanche dalla porta.

Non ci fu verso, non ne sopportava neanche il passo sul vialetto, schiumava dalla bocca il patatone…

Un giorno presi ” il toro per le corna “, o meglio il cane per la coda, e lo spedii dai nonni.

Okay erano le cinque del pomeriggio e si poteva fare serata sex&food.

Il tipo, chiamiamolo ” C ” arrivò… neanche un fiore… okay uomini…, mentre io ero tutta charmante con il grembiulino da casalinga ingrifata.

” Ciao ” disse sedendosi e aggiungendo ” il telecomando? Devo vedere le previsioni meteo “.

Il meteo? Qualcosa non quadrava… il mio sesto chakra me lo diceva di non sprecare il Chianti e di mettere il tipo alla porta con una scusa qualsiasi, tanto non avrebbe capito.

Sbagliare è umano ma perseverare è diabolico.

E io perseverai tenendomelo li spiaggiato sul divano, con in una mano il telecomando e nell’ altra il cellulare, fino all’ ora di cena.

Mangiò, bevve e per poco non ” digeri sonoramente “, poi mi baciò e disse che andava a casa perché era stanco.

Avevo sbagliato qualche cosa?

No…, semplicemente il mio cane aveva recepito immediatamente che ” C ” rientrava nella categoria ” desperately seeking Nigella ” e percependo che io non avevo capito un ” bip ” aveva cercato di segnalarmelo a modo suo.

Ora, non voglio dire che Argo sia diventato il mio tester ma quando qualcuno mi dice che ” è solo un cane ” io rispondo ” e tu solo un presuntuoso “.

Quando leggo che ” i cani capiscono il linguaggio umano e riconoscono fino a duecento parole ” non mi stupisco neanche un po’ perché lo sperimento ogni giorno.

Credo invece che molti umani debbano fare ammenda e un po’ di atto di umiltà per l’ idiozia con la quale trattano questi meravigliosi compagni ed esempi di civiltà.

Vi prego, cominciamo dai botti.

Non sparateli. Festeggiare l’ anno nuovo copulando selvaggiamente ma non sparate razzi o petardi perché Argo ed i suoi simili stanno male e a nulla vale chiudere imposte, tapparelle e vetri, mettere i Pink Floyd a palla… loro diventano matti.

Please.

https://www.petpassion.tv/

Annunci

Natale & Pensieri

A volte non è facile fermare i pensieri.

La testa ti si incricca e vanno per conto loro.

I pensieri sono come nuvole, vanno e vengono, e tu sei il cielo (Osho).

Mi succede. Allora posso solo lasciarli andare incontrollati mentre rido e piango.

La tacchina ripiena? Devo farla anche questo Natale? No, non voglio sentirmi ancora Jack the Ripper. Dove posso sposo il vegan. Ma il seitan non funziona molto… boh. Ristorante.

Sono una carta moschicida di amori sbagliati (Carrie)

O no? Cosa ho che non va? Forse penso troppo.

Il panettone farcito? Si okay si può fare a patto che non mi inglobi tre quarti di crema e due terzi di copertura al cioccolato. Prima li mangi e poi li indossi… boh. Forse è meglio il panettone vegan, per coerenza.

L’ albero? Si, si potrebbe anche fare se il gatto promettesse di non arrampicarsi e Argo di non abbatterlo con la coda. E poi… chi lo smonta? Rimane li fino a Pasqua… che palle! Appunto… palle messe alla rinfusa e puntale storto… Naaaaa.

I ragazzi… lui il dentista e lei… boh.

Il gas… teniamo basso il riscaldamento e facciamo del sano risparmio energetico… una maglia in più.

Il presepe? Non so se è una buona idea… il gatto mangia le pecore e il Bambin Gesù sparisce dalla mangiatoia la Vigilia cosi mi tocca cercarlo sotto al divano. Evitiamo.

Ci mettiamo un paio di vasi di Euphorbia pulcherrima (mi è venuta la curiosità… è la stella di natale, insomma)… No è velenosa e non voglio portare il gatto dal vet a Natale… boh.

I saldi… fantastico. Passa Natale e arrivano i saldi. Devo cominciare a pensarci perché nell’ armadio non sta più nulla.

I regali… arriverò mica all’ ultimo giorno, disperata. Okay domani faccio la lista.

Il tattoo… ne faccio un altro e mia madre mi toglie il saluto. Ma, mica lo deve vedere a Natale… con le maglie tiriamo Pasqua.

Devo fare il Pap test e la mammografia. Ho fatto una promessa a Beatrice. Okay, troverò il tempo.

Il vestito rosso lo metto con le autoreggenti nere o fa troppo “sexy babba”… si forse spacca un po’ al pranzo… però è tanto nel mood.

Insomma passano le ore e non dormo, avviluppata in spirali di pensieri incontrollati.

Tra tre ore mi devo alzare.

Dove sono finite le corna da renna in peluche? Non posso dormire se non le ho trovate.

Alla fine mi alzo senza mai essermi veramente coricata con la faccia di chi ha fatto una maratona del sesso.

Invece no. Ho solo pensato.

http://it.amarseaunomismo.com/i-pensieri/

I wanna be a blogger

272 visite in una settimana e una media di 34 al giorno sul blog.

Non ho capito quanti follower…😂 vabbe…

Bene? Male? Potevo far di meglio? Non lo so…

L’ unica certezza è che ho da imparare un sacco di cose e non è mica facile…

Ma intrepida come un aquila tra uno strafalcione, una cazzata ed un po’ di outing volo nel pazzo pazzo mondo del blog.

Devo dire che era l’ unica cosa che mi mancava… 😆

Ed è fantastico. Mi sento Alice nel Paese delle Meraviglie.

Grazie a tutti per esserci 💜💜