Bye bye

Bye bye dunque anche a questo Natale sul quale è tramontato il sole.

Direi che non ci siamo fatti mancare nulla: non il torrone e neanche la frutta secca, il sorbetto pere e calvados, i consigli sugli uomini di mia nipote di cinque anni (“Vedi zia… tutti i maschi mi amano ma io meno sbatto”, ha capito tutto lei… ), la tombola (un ambo, una cinquina ed una tombola mancata per un cavolo di 5), lo scopone scientifico (drammaticamente perso) che mi è costato il rimprovero paterno perché “non sono più brava come una volta”.

Posso finalmente archiviare questo Natale e mettermi a leggere in pace.

Serena che il mio mondo è popolato di persone meravigliose e grata per le gioie che l’ universo mi dispensa.

Namaste.

Il vischio

La parte più bella:

Baciamoci sotto al vischio

No con la zia bavosa o col vicino piovra ma con chi amiamo.

E siccome il vischio deperisce… trac… Potenza della tecnologia.

Baciamoci sotto al tablet col vischio

Così lo posso usare tutto l’anno con chi voglio io.

❤ ❤ ❤ ❤

Cronache di Natale – giorno 5 “S. Natale 2014”

Eccoci. Ci siamo arrivati.

Potrei tirare un sospiro di sollievo se oggi non mi aspettasse il “pranzo”.

Già sull’orario non ci siamo: le 12:00.

Ma è sempre così, inutile discutere sulla mezz’ora in più perché per mia madre si mangia a mezzogiorno e stop, figurati a Natale.

Diciamo che, in tutto questo, mi da felice il fatto che cazzeggio a letto fino alle 11.45… tanto è Natale.

Poi il quesito: come mi vesto?

La domanda ha già una soluzione, ergo non è un problema: jeans con gli strappi, lupetto nero e anfibi.

Tutto questo è una giostra, mi dicevano ieri sera. Bene, allora bisogna salirci comodi.

Il petite robe noir non va per il pranzo di Natale… l’abito rosso da Babba e autoreggente nera è sprecato per un pranzo in famiglia. Tutto il resto è anonimo.

Invece il jeans bucato è divinamente fuori posto per una madre di famiglia, al ristorante, il giorno di Natale.

Certo, da quanto ho gettato la toque blanche e non ho piu vivisezionato tacchine inermi si va al ristorante perché nessuno vuole più spignattare in Cracco mood.

Poi asap lo sgancio tattico, il mio libro e stase il cinema con la mia bimba.

Lol Lol Lol.

Domani è un altro giorno.

Buon Natale.

(PS.  Il tipo mi ha già mandato gli auguri, per non sbagliare ed arrivare primo, alle otto. Non c’era problema… già mi aveva mandato un “Save The date” ieri e uno l’altro giorno. Speriamo non ci sia un “Buon Santo Stefano”)

IMG_72210898254050