Anima

La mia anima è così

rosso fuoco

che vortica

sul suo centro

attorno a lampi gialli

la mia anima è nelle tue mani

perché il tuo respiro

alimenti il fuoco

e la tua luce

accenda i miei bagliori.

Annunci

Grazie

Ascolta il tuo cuore. Esso conosce tutte le cose.

(P. Coelho – L’ Alchimista)

Oggi passo il “mezzo secolo” e detto cosi fa un poco impressione… in realta non mi importa proprio niente perché, fisicamente, dimostro 40 anni e spiritualmente 25.

Sono dotata di fascino ed energia, so ridere di me stessa e sono affamata di vita, amo il pericolo e l’incertezza, adoro camminare su di una fune senza rete sotto.

Cerco, senza fretta e angoscia, l’anima gemella anche se la mia vita è già piena di persone meravigliose.

Non solo possiedo le “cose” fondamentali ma ho anche il superfluo.

Ho compagni e compagne di viaggio eccezionali con i quali condividere il cammino e dai quali ricevo più di quanto io possa dare.

Anime grandi e generose che ho la presunzione di ritenere affini alla mia.

Ho fatto un solo errore nella mia vita perché

ho commesso il peggiore dei peccati che possa commettere un uomo.

Non sono stato felice.

(J.L.Borges – grazie al mio “fornaio” per la citazione)

Poi nel momento piu buio ho aperto gli occhi ed ho cominciato ad ascoltare la mia anima. Da li in poi, è stato un mirabolante e pirotecnico susseguirsi di stupore e gioia.

Ringrazio dunque quegli uomini e quelle donne, tutti grandi cuori, che mi accompagnano in questa meravigliosa esperienza che è la vita.

I miei genitori, i miei figli, le mie fantastiche amiche, i miei meravigliosi amici, il mio cane.

Non faccio i nomi. Loro leggono e sanno.

Grazie dunque a tutti i folli che sono con me.

Manu

Albert Camus

poesia&cultura

postato da: Nico C.

libri2

da: Caligola

“Ma non sono pazzo e posso dire perfino di non essere

mai stato così ragionevole come ora.

Semplicemente mi sono sentito all’improvviso un bisogno

di impossibile.

Le cose così come sono non mi sembrano soddisfacenti… …

È vero, ma non lo sapevo prima. Adesso lo so.

Questo mondo così com’è fatto non è sopportabile.

Ho bisogno della luna, o della felicità o dell’immortalità,

di qualcosa che sia demente forse,

ma che non sia di questo mondo.

Albert Camus

View original post

Sicurezza

Barattarei in qualsiasi istante la sicurezza di un copione prestabilito con l’improvvisazione. La vita è una. La mia è folle, incerta, in bilico, sempre in equilibrio precario. Come un equilibrista sul tetto del mondo, non temo di cadere, mi concentro sul mio andare avanti e intanto mi godo la vista di un incantevole panorama.

(A. Vanligt – Mai troppo folle)

Facebook-20141019-084404

(Grazie per l’immagine. Mi è stata gentilmente regalata ed è meravigliosa)

Tutti cercano la sicurezza, e proprio per questo si lasciano sfuggire la vita. Più sei sicuro, più sei morto. La vita è pericolo. Dunque esiste un solo tipo di vita: vivi pericolosamente. Rischia sempre tutto: il prossimo istante non è certo, perché preoccuparsene?  Vivi pericolosamente e con gioia. Vivi senza paura e senso di colpa. Vivi!

(Osho)

Amore

All’unione di due anime costanti io mai porro impedimenti.

Amore non è amore se muta quando scopre

un mutamento o tende a svanire quando l’altro si allontana.

Oh no! Amore è un faro, sempre fisso che sovrasta

la tempesta e non vacilla mai.

Amore non muta in poche ore settimane,

ma, impavido, resiste al giorno estremo del giudizio;

se questo è errore e mi sarà provato,

io non avrò mai scritto e nessuno ha mai amato.

(W. Shakespeare)

Neve di primavera

Mi sono svegliata e, a piedi scalzi, sono andata in cucina.

Ho sollevato la tapparella mentre l’acqua per il mio the si scaldava sul fornello.

“Metterò le ballerine rosse…” ho pensato tra me e me mentre aspettavo che il tablet mi avvisasse che la mia prima canzone del mattino era lì.

Tutta per me. Da ascoltare, da sentire.

Ho guardato attraverso il vetro.

Gli alberi del parco rilucevano del bianco della neve che, caduta durante la notte, si era cristallizzata sui rami.

Neve sul parco, neve sugli alberi e sulle siepi, neve sui viali.

Neve nel cielo bianco come perle.

Freddo ai piedi, scalzi.

“Spaccacuore”. Eccola.

Caldo nel cuore.

Caldo sulle dita che stringono la mia tazza.

Silenzio fuori.

Calma nel cuore.

La  musica riempie la cucina e finisce contro il vetro freddo.

Non è ancora primavera. Arriverà… è già nell’aria fredda di neve.

Ancora un po di pazienza mentre le note scaldano il cuore.

Sole, caldo.

Bob Marley. One Love.