Neve di primavera

Mi sono svegliata e, a piedi scalzi, sono andata in cucina.

Ho sollevato la tapparella mentre l’acqua per il mio the si scaldava sul fornello.

“Metterò le ballerine rosse…” ho pensato tra me e me mentre aspettavo che il tablet mi avvisasse che la mia prima canzone del mattino era lì.

Tutta per me. Da ascoltare, da sentire.

Ho guardato attraverso il vetro.

Gli alberi del parco rilucevano del bianco della neve che, caduta durante la notte, si era cristallizzata sui rami.

Neve sul parco, neve sugli alberi e sulle siepi, neve sui viali.

Neve nel cielo bianco come perle.

Freddo ai piedi, scalzi.

“Spaccacuore”. Eccola.

Caldo nel cuore.

Caldo sulle dita che stringono la mia tazza.

Silenzio fuori.

Calma nel cuore.

La  musica riempie la cucina e finisce contro il vetro freddo.

Non è ancora primavera. Arriverà… è già nell’aria fredda di neve.

Ancora un po di pazienza mentre le note scaldano il cuore.

Sole, caldo.

Bob Marley. One Love.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...