Preghiera prima di chiudere gli occhi

Signore dai forza al mio nemico

e fallo vivere a lungo,

affinché possa assistere al mio trionfo.

(Napoleone)

FB_IMG_1424596265765

I am not the only dreamer

Un mucchio di sassi smette di essere un mucchio di sassi nel momento in cui un singolo uomo lo contempla, portando con sé l’immagine di una cattedrale.

(A. de Saint-Exupery)

sogno 1

Va a prendere le tue cose…

I sogni richiedono fatica.

(P. Coellho)

La pioggia ha mille colori

Acqua, acqua ovunque.

Pioggia.

Pioggia pesante, fredda, sferzante, incessante

come se il cielo piangesse lacrime di sempre.

Nuvole, nuvole, nuvole.

Nuvole di mille colori

bianche, grigie, nere, argentee, gialle, scure, chiare, plumbee e luminose

che avvolgono le montagne e le fagocitano.

Luce.

Luce scura che gioca tra i rami spogli degli alberi

e che accarezza le foglie danzanti nel vento.

Foglie.

Foglie gialle, verdi, rosse ed ocra

foglie lucide di colori e di riflessi

foglie strappate dai rami.

Erba.

Erba verde, molle, fredda, bagnata di gocce luminose.

L’universo è sospeso.

I piedi nudi affondano nell’erba.

La mia anima dentro di te.

Acqua, acqua ovunque.

Acqua sopra di me

sui miei capelli, negli abiti pesanti e freddi, lungo il viso.

Lacrime tra le lacrime.

Dentro di me

negli occhi, nel cuore, nell’anima assetata.

Sotto di me

sotto  ai piedi, nella terra, tra le rocce,  nelle nuvole.

Sono uno.

Uno con il cielo

uno con le nuvole

uno con la terra e le rocce e l’acqua che vi scorre attraverso.

Uno con la tua anima

che come la pioggia

mi illumina di mille colori.

(Anonimo)

May the Force be with you

La vita è come una stoffa ricamata dalla quale ciascuno nella propria metà dell’esistenza può osservarne il diritto, nella seconda il rovescio: quest’ultimo non è così bello, ma più istruttivo, perché ci fa vedere l’intreccio dei fili.

(A. Schopenhauer)

Dentro ognuno di noi, come nella nostra vita, si celano un diritto  e un rovescio, un lato chiaro e un lato oscuro.

“Che la forza sia con te”.

Dunque: “Buona fortuna” oppure “Che il cielo ti protegga”?

No. Che la forza del lato luminoso del nostro essere protegga e guidi il cammino di ognuno di noi, in armonia con un lato oscuro fatto dalle paure e dalla materia grezza di cui siamo composti.

Governare i passi nel lato luminoso del nostro essere attraverso l’amore, la verità e la semplicità ci fa capaci di attingere agli insegnamenti che ci arrivano dal lato oscuro, di comprenderlo e di accettarlo,  accettando anche quello degli altri contro il quale ci scontriamo.

La semplicità  è mettersi nudi davanti agli altri… e noi abbiamo tanta difficoltà ad essere veri con gli altri. Abbiamo timore di essere fraintesi, di apparire fragili, di finire alla mercé di chi ci sta di fronte. Non ci esponiamo mai. Perché ci manca la forza di essere uomini, quella che ci fa accettare i nostri limiti, che ce li fa comprendere, dandogli senso e trasformandoli in energia, in forza appunto. Io amo la semplicità che si accompagna con l’umilta. Mi piacciono i barboni. Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l’anima.  Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché li c’è verità, li c’è dolcezza, li c’è sensibilità, li c’è ancora amore.

(A. Merini)

Tra il caffè ed il treno – 23 febbraio

Trenta raggi convergono sul mozzo, ma è il foro centrale che rende utile la ruota. Plasmiamo la creta per formare un recipiente, ma è il vuoto centrale che rende utile un recipiente. Ritagliamo porte e finestre nelle pareti di una stanza: sono queste aperture che rendono utile una stanza. Perciò il pieno ha una sua funzione, ma l’utilità essenziale appartiene al vuoto.

(Lao Tsu)

Appunto… vuoi mettere “l’utilita essenziale” di un parcheggio vuoto alle sette del mattino quando vorresti solo tornare a dormire… e invece no, tutti pieni e con l’unica funzione di farti camminare dieci minuti e bere il caffè di corsa.

Lasciamo fluire senza opporci.

Buon lunedì.