La crescita della coscienza e l’inevitabile dolore del cambiamento ovvero chi sono e chi voglio essere

IMG_118939416785894

Se ci fosse dato di scegliere, preferiremmo essere dei porci felici e rotolare nel truogolo, o degli esseri umani infelici?

(J.S. Mills)

La risposta va da se: non scelgo la felicità del porco.

Siamo angeli che dormono ancora il greve sonno della carne. L’uomo deve destarsi, aprire gli occhi alla verità,  se non vuole correre il rischio di attraversare la vita come un bruto incosciente.

(Paracelso)

La risposta va da se: la vita voglio viverla con consapevolezza e non attraversarla.

E allora la via è una sola.

Rendersi padrone del caos interiore, costringere il proprio caos a prendere forma, agire in modo semplice, categorico,  matematico, farsi legge.

(F. Nietzsche)

Prendere dunque coscienza,  capire a fondo,  fare chiarezza puntuale e puntata dentro di sé in un percorso di autoanalisi che non assolve nulla di ciò che non è stato analizzato spietatamente e risolto. Senza cercare di autogiustificarsi per le mancanze e diventando giudice severo ed in appuntabile di sé stessi.

Avere visione chiara ed adeguata di sé stessi e delle cose.

Partire per arrivare, lungo un percorso fatto di lucidità e coraggio.

Il coraggio delle proprie decisioni che devono essere Giuste prima che Convenienti e dove la convenienza arriverà da sé in forma di equilibrio interiore ed armonia del proprio essere.

Riuscire ad arrivare a dire:

Domani sarò ciò che oggi ho scelto di essere.

(J. Joyce)

Perché questa è la via da percorrere: essendo ciò che si è e dicendo ciò che si sente.

Nella follia di perseguire i propri obiettivi senza vergogne o paure.

Soffrendo, sbagliando, prendendo rischi, perseguendo una vita senza garanzie e polizze assicurative senza senso. In equilibrio sul filo, dando retta al proprio “sentire” ma inappuntabili,  impeccabili con sé stessi e spietati.

Se in ogni circostanza, non rapporterai la tua azione al fine secondo natura ma, nella scelta o nel rifiuto, ti indirizzerai ad altro fine, le tue azioni non saranno i coerenza con le tue parole.

(Epicuro)

Senza paura di essere liberi e di rischiare di avere coraggio. Senza paura di cominciare ad imparare, certi che la prima prova da superare sarà il terrore di conoscere che ti si para davanti, ti acceca e ti paralizza.

Consapevole però che se quello che desideri e cerchi è la crescita della tua coscienza… beh allora non puoi permetterti di non imparare mai e quindi dovrai obbligatoriamente andare oltre la paura di conoscere, sconfiggerla e dominarla.

E ancora, se ciò che desideri è la crescita della tua coscienza, sai che nulla ti arriverà se non attraverso la follia del guerriero che demolisce continuamente qualsiasi certezza, convinzione ed abitudine, appunto, senza timore.

Se guardi quello che ti sei lasciato indietro, non vedrai mai quello che hai davanti.

(Ratatouille)

La vita dunque in un continuo divenire vissuto e non agito.

Sofferto nel dolore di chi perdi o puoi perdere per strada.

Perché

Un guerriero della luce danza con i suoi compagni, ma non attribuisce a nessuno la responsabilità dei propri passi.

(P.Coelho)

Senza rimpianti perché solo attraverso il dolore impari la gioia.

Questo è ciò che sento, questo è ciò che voglio, questo è ciò che perseguo senza ipocrisie.

Con i “Maestri” ed i compagni che trovo lungo il cammino.

Consapevole che sapere e conoscere non sono la stessa cosa ma che nella via spirituale conta il conoscere, cioè sapere e fare che devono essere la stessa cosa.

Annunci

6 Replies to “La crescita della coscienza e l’inevitabile dolore del cambiamento ovvero chi sono e chi voglio essere”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...