Consapevolezza (equilibristasquilibrato inspired)

papater

Esercitati a vivere con maggiore consapevolezza. Fa’ fluire la tua energia verso gli altri a partire dal cuore: dapprima verso le persone che conosci, poi, a poco a poco, verso il mondo intero. Rendi sempre benefico il tuo influsso sugli altri.

(Kriyananda)

****

Solo essere consapevoli del proprio corpo ci consente di stare fermi in equilibrio.

Ascoltare è il primo passo.

Amare consapevolmente tutto il resto.

(Chiediloamanu)

****

Laggiù all’orizzonte, dove Yin e Yang, Why e Because si incontravano, vedevo volteggiare, come leggiadri fiocchi di neve, mistiche recchie de gomma.

(A. Albanese)

Annunci

Al supermercato ovvero domanda esistenziale

CILIEGIE

Quale è l’esatto confine temporale tra l’uovo di pasqua e l’anguria? Vero che siamo tutto un divenire ma… questo è il tempo delle ciliegie…

È venuto prima l’uovo o l’anguria?

E dove maturano queste angurie?

E si può mangiare l’anguria se si indossa la felpa?

Domande idiote. Non dovrei andare al supermercato… tra poco li sarà già autunno…

Ballo nel vuoto

i

In un pomeriggio di fine estate, seduto in riva all’oceano, osservavo il moto delle onde e sentivo il ritmo del mio respiro, quando all’improvviso ebbi la consapevolezza che tutto intorno a me prendeva parte a una gigantesca danza cosmica… ”vidi” scendere dallo spazio esterno cascate di energia, nelle quali si creavano e distruggevano particelle con ritmi pulsanti, “vidi” gli atomi degli elementi e quelli del mio corpo partecipare a questa danza cosmica di energia, percepii il suo ritmo e ne “sentii” la musica, e in quel momento “seppi” che questa era la danza di Shiva, il Dio dei Danzatori adorato dagli indù.

(Fritjof Capra, Il Tao della fisica)

La mia bolla è perfetta: c’è chi sta dentro e chi sta fuori.

E io dentro ballo, nell’energia dell’Amore.

Cosa c’è in una bolla?

Solo vuoto e solo Amore.

Trenta raggi convergono nel mozzo

Ma è proprio dove non c’è nulla che sta l’utilità della ruota

Si plasma l’argilla per farne un recipiente

Ma è proprio dove non c’è nulla che sta l’utilità del recipiente

Si aprono porte e finestre per fare una stanza

Ma è dove non c’è nulla che sta l’utilità della stanza

Così il «c’è» presenta delle opportunità, che il «non c’è» trasforma in utilità

(Lao Zi,11)

Una fine che è un inizio

Quando sei felice danza, canta, balla – sii felice! E quando giunge la tristezza, cosa inevitabile… già si sta affacciando, deve giungere poiché è inevitabile, non c’è modo di scacciarla… se cerchi di evitarla, dovrai distruggere la possibilità stessa di essere felice. Il giorno non può esistere senza la notte, l’estate non può esistere senza l’inverno, e la vita non può esistere senza la morte.

(Osho)

haikubis

Comune e il principio e la fine nella circonferenza del cerchio.

(Eraclito)

Leggero

se

Se vuoi vedere le valli, sali in vetta ad una montagna; se vuoi vedere la vetta di una montagna, sali su una nuvola; se invece aspiri a comprendere la nuvola, chiudi gli occhi e pensa.

(K. Gibran)

Pagine a caso…

sufi2

“Questo è per il ragazzo, nel caso che ne abbia bisogno.”

“Ma io sto andando in cerca del mio tesoro,” esclamò il ragazzo. “E adesso ci sono vicino!”

“E io sono sicuro che lo troverai,” affermò l’Alchimista.

“E allora perché questo gesto?” “Perché hai già perduto due volte, con il ladro e con il generale, il denaro guadagnato durante il tuo viaggio. Sono un vecchio arabo superstizioso e, perciò, credo ai proverbi della mia terra. Ce n’è uno che dice: “Tutto quanto accade una volta, potrebbe non accadere mai più. Ma tutto quanto accade due volte, accadrà certamente una terza.”

E rimontarono sui cavalli.

(P. Coelho, L’Alchimista)

Nel blu

terra

Sono come blu

Sereno immenso

Sospeso in me.

****

Mi sento acqua e terra,

aria e fuoco.

Dentro di me ritrovo il mondo

e l’armonia dei suoi opposti.

Dentro di me ogni cosa vibra nel suo ritmo

e segna il passo della vita.

sensovita2

Arcano XVI (La Maison Dieu)

maison dieu

Non l’ho mai tirata. Io la guardo e la osservo e cerco di capire il senso, a quale puntino appartiene.

Con me conoscete l’allegria, che è la chiave del sacro. Sono la vita stessa, la trasformazione e la ricostruzione, la fiamma e l’energia di ciò che è vivo, di tutta la materia è di tutto lo spirito. Se volete entrare dentro di me, dovrete rallegrarvi, buttare nel fuoco i capricci infantili della tristezza e la paura e domandarsi a ogni risveglio ” che festa è oggi?”. Sono l’allegria catastrofica della vita, il permanente imprevisto, la meravigliosa catastrofe.

E tutt’a un tratto, dall’interno e dall’esterno è scaturita la forza innominabile, l’amore che sostiene la materia.

Preghiera del mattino

umilta

Ogni giorno al tuo risveglio pensa:

Oggi sono fortunato perché

mi sono svegliato

Sono vivo

ho il dono prezioso della vita

Non lo sprecherò.

Userò tutte le mie energie

per migliorare me stesso,

per aprire il mio cuore agli altri,

lavorerò per il loro beneficio.

Avrò solo pensieri gentili verso gli altri

non mi arrabbierò

e non penserò male di nessuno.

Aiuterò gli altri il più possibile

mettendo la mia vita al loro servizio.

(Preghiera Tibetana)

Buon risveglio a coloro a cui voglio bene ed amo. Rimanete con me.