0906. Virtualità

Au revoir

linguaccia images

Veloci veloci… la casa fa schifo… sistemazione veloce…

Shorts, canotta, infradito…

La macchina e via…

Niente smartphone, niente BB, niente tablet, niente di niente…

la libertà di essere zingari un giorno

con l’aria che entra dal finestrino aperto

e la musica che suona assordante mentre canti.

Su e giù seguendo le curve del lago.

Au revoir.

Mi raccomando… non pensate a me… sto in Paradiso.