Pensieri bollenti

caldo images

Fa così tanto caldo che si sciolgono anche i pensieri.

E diventano pozze di emozioni.

Arcano VIII (La Justice)

la justice
L’ arcano numero otto, la Giustizia, nella cabala è HOD, Splendore, Gloria.
Rappresenta l’ordine che la natura apporta nella propria opera: è la legge immutabile delle cose, è il movimento generatore di vita, di ordine e di organizzazione.

Così si spiega la Giustizia che coordina e districa il caos. Senza di lei nulla può vivere, perché gli esseri non esistono se non in virtù della legge alla quale sono sottomessi.

Nella mano destra la Giustizia stringe una spada; è la spada della fatalità, poiché nessuna violazione della legge rimane impunita.

Lo strumento riparatore degli errori commessi è la bilancia, le cui oscillazioni riportano l’equilibrio. Ogni azione, ogni sentimento influiscono sulla sua vita; ne derivano accumulazioni equivalenti che avranno ripercussioni fatali, in bene e in male.
Le energie messe in gioco si catalizzano; quelle che procedono da una bontà generosa arricchiscono l’animo, poiché colui che ama si rende degno di essere amato. Le simpatie sono più preziose di tutte le ricchezze materiali; nessuno è più povero dell’egoista che rifiuta di donarsi. Perché a ciascuno venga chiesto soltanto ciò che rientra nei suoi mezzi, i destini vengono pesati. Le gioie e i dolori sono distribuiti con equità, e sono proporzionati gli uni agli altri, perché noi possiamo apprezzare una cosa solo attraverso i contrasti.

Per essere felici bisogna aver sofferto.

Sotto il profilo divinatorio la Giustizia è splendore, gloria, la divinità manifestata attraverso l’ordine e l’armonia della natura, la potenza conservatrice delle cose. Legge, equilibrio, stabilità viva, concatenazione logica e necessaria delle idee, dei sentimenti e degli atti, fatalità che deriva dal fatto compiuto. Giustizia immanente, conseguenza ineluttabile di ogni azione.

(Tratto da testo di Emanuela Cella Ferrari)

Parcere subiectis et debellare superbos (Virgilio, Eneide)

qualcosa di bello …

Benvenuti nel rifugio di Claudio

da FaceBook :

“Lei disse: “Dimmi qualcosa di bello” Lui rispose: “(∂ + m) ψ = 0”

L’equazione sopra è quella di Dirac ed è la più bella equazione conosciuta della fisica. Grazie a questa si descrive il fenomeno dell’entanglement quantistico, che in pratica afferma che: “Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possiamo più descriverli come due sistemi distinti, ma in qualche modo sottile diventano un unico sistema. Quello che accade a uno di loro continua ad influenzare l’altro, anche se distanti chilometri o anni luce.”

Samarah la Zingara dei Tarocchi

View original post