Pensiero e dignità

Qualcuno dice: «Io sono sincero, dico ciò che penso, soprattutto ai miei amici» e – lo si vede – demolisce tutto al suo passaggio! La sincerità è certamente una buona qualità, ma di questo tipo di sincerità egli non deve essere tanto fiero. Si è almeno posto la domanda: «La mia opinione è giusta?». No, perché dovrebbe farlo? Vi dirà che è libero di pensare ciò che gli piace: la libertà di pensiero è una grande conquista dell’umanità.

Siamo d’accordo, la libertà di pensiero è una cosa preziosa, ma a condizione di sapere realmente cos’è il pensiero! Quante persone chiamano “pensiero” un qualsiasi agitarsi dell’intelletto a proposito di tutto ciò che a loro va bene o non piace! È un errore: il vero pensiero non è legato al piacere o al dispiacere, e neppure comincia con il piano mentale – l’intelletto – ma con il piano causale, il che significa che presuppone la conoscenza delle grandi leggi cosmiche. La prima opinione che si presenta non è un pensiero. Molti sostengono di dire ciò che pensano, ma se pensassero veramente tacerebbero, oppure parlerebbero soltanto dopo essersi domandati quanto valga la loro opinione e quali saranno le conseguenze se la esprimeranno.

(O. M. Aivanhov)

PicsArt_1441474153785

A volte c’è piu forza e dignità nel silenzio. O in una preghiera.

Annunci

Castagne e funghi

Apri gli occhi e senti il rumore della pioggia.

Porti fuori Argo, senza ombrello, e torni fradicia.

Giusto.

Ti infili sotto le coperte, anche la testa.

Castagne e funghi.

Autunno non mi avrai.

PicsArt_1441431874449
Macchia di verde nel blu