Pensieri pendolari attraverso il buio del finestrino

Treno.

1 ottobre e fuori è buio.

I pensieri danzano.

Trenord mi fa quest’ effetto.

Allora, ieri sera ho visto un interessantissimo documentario…

D’accordo, visto è una parola grossa perché il russare del gatto che aveva fatto tana sopra di me conciliava la mia stanchezza facendomi appisolare di tanto in tanto… ma… vabbe… credo di averne colto il senso e cerco di spiegarmi perché il concetto è avvincente.

E spero di non aver capito male perché “questo” cambia tutto.

Perché è affascinante e terribile nello stesso tempo.

Dunque: non esiste una realtà oggettiva intorno a noi.

Quello che noi definiamo realtà (dagli uccelli che vediamo volare e sentiamo cinquettare alla focaccia di Recco che ho nella borsa per finire al bacio che più mi ha fatto battere il cuore…) è solo un insieme di impulsi elettrici prodotti e che passano nel mio cervello…

Cioè non esistono “fuori” di me ma solo “dentro” di me…

Non lo so se mi spiego: mi si sta dicendo che il buio fuori dal finestrino e le stelle in cielo esistono nel mio cervello, come i miei sogni… e anche che il tipo che ho di fronte e russa con la bocca aperta… beh, anche lui esiste nel mio cervello e alla fine è un impulso elettrico…

Magia…

PicsArt_1443706606886
Psiche
Annunci

Grande Rob… Bingo

Acquario

20 gennaio-18 febbraio

Hai già fatto i tuoi progetti di viaggio? Hai programmato la tua fuga? Spero che presto taglierai la corda per raggiungere un festoso campo giochi dove ti sbarazzerai delle tue inibizioni, o un luogo sacro dove i tuoi aneliti spirituali potranno maturare. Sarebbe ancora meglio se andassi in pellegrinaggio in un posto che soddisfi entrambe le esigenze. Vai, Acquario! Se nell’immediato futuro non riesci a organizzare una fuga reale, ti prego almeno di lasciar evadere la tua fantasia.

(Rob Brezny, Internazionale)

– 60

Lo so che posso sembrare un po’ “cosi”… ma, in realtà, “certe cose” serie mi escono in modo faceto…

Vabbe…, questa mattina in stazione, mentre guardavo tutti i pendolari che come me aspettavano apparentemente rassegnati il loro treno (e pensavo a mia figlia ed alla luce nei suoi occhi…) ho chiesto quale fosse il significato della vita.

Mi è stato risposto: ” Fare esperienza…”.

Trovo una grande poesia e una ancora più grande verità in questa affermazione: ognuno di noi, per il proprio pezzo, è sulla strada dell’ esistenza per accrescere la propria consapevolezza.

Ed ecco che allora, mentre mi viene voglia di prendere ed alzarmi per andarmene, penso che ho ancora 60 giorni per fare esperienza grazie ad una situazione che non approvo e faccio molta fatica ad accettare: probabilmente è la mia possibilità per capire e comprendere alcune cose che mi permetteranno di crescere ed essere piu consapevole. Migliore? Si forse si.

Poi volo…

Ogni guerriero della luce ha avuto paura di affrontare un combattimento.
Ogni guerriero della luce ha tradito e mentito in passato.
Ogni guerriero della luce ha imboccato un cammino che non era il suo.
Ogni guerriero della luce ha sofferto per cose prive di importanza.
Ogni guerriero della luce ha pensato di non essere guerriero della luce.
Ogni guerriero della luce ha mancato ai suoi doveri spirituali.
Ogni guerriero della luce ha detto “sì” quando avrebbe dovuto dire “no”.
Ogni guerriero della luce ha ferito qualcuno che amava.
Perciò è un guerriero della luce: perché ha passato queste esperienze, e non ha perduto la speranza di essere migliore.

(P. Coelho, Il Manuale del Guerriero della Luce)

PicsArt_1443699856893
http://www.orticolario.com

Arcano XX ( Le Jugement)

iudgement

Non lo so, davvero non lo so quale aspetto di questa lama andare a valorizzare.

L’Angelo?

Gli angeli continuano a volarmi intorno e a proteggermi, a richiamarmi verso una “Coscienza superiore”.

Oggi ci voglio vedere la chiamata ad una nuova vita: non è mai troppo tardi per ricominciare, non è mai troppo tardi per rinascere.

Si può uscire dalla routine e dai vecchi schemi negativi. Basta volerlo attuando il cambiamento nel nostro interiore.

Cambiando se stessi attraverso l’ analisi dei propri errori, cominciando a considerarli “esperienze” e nulla di più, lasciandosi alle spalle il passato per gettare le basi per una nuova esistenza ricca di significato.

Bisogna rispondere alla chiamata, seguire la propria vocazione, rimettersi sul giusto sentiero di vita.

Distinguere

PicsArt_1443686519298
Gift

È facile studiare il mondo fisico: se ne può pesare e misurare ogni elemento, se ne possono disegnare i contorni, ed è facile mettersi d’accordo sulle cifre e le forme. Mentre invece il mondo psichico, il mondo interiore… Come misurare e pesare gli stati di coscienza o disegnare i contorni di pensieri e sentimenti?… Come tracciare le mappe delle regioni dell’anima e dello spirito?…
Tuttavia il mondo psichico presenta immensi vantaggi: dato che in esso non c’è nulla di materiale, quel mondo è al riparo dagli attacchi esterni. Perciò, se imparate a mettere al primo posto il vostro mondo interiore, ossia tutto quel che vivete nel vostro cuore, nel vostro intelletto, nella vostra anima e nel vostro spirito, nessuno avrà potere sui vostri pensieri, sui vostri sentimenti e sulle vostre credenze. Anche se verrete privati del vostro lavoro e di tutto ciò che vi appartiene e rinchiusi in una prigione, nessuno potrà impedirvi di sentirvi liberi e di continuare a riflettere, pregare e fare esperimenti nei laboratori della vostra anima.

(O. M. Aivanhov)

Sul treno – 1 ottobre

Una volta, Il 1 ottobre cominciava l’anno scolastico e la Rai mandava in onda la trasmissione dei “remigini” con il Mago Zurli. Bei tempi…

Il 1 ottobre 1964 il Giappone inaugurava la ferrovia ad alta velocità. I convogli della nuova rete Shinkansen viaggiano a 210 chilometri orari riducendo di un terzo il tempo di percorrenza della tratta Tokyo-Osaka.

Oggi il mio treno è in ritardo di un quarto d’ora. La sala d’attesa della stazione non è riscaldata in nessuna stagione, neppure in pieno inverno e, all’ esterno c’è una sola panchina col sedile di marmo: l’importante è non offrire un posto confortevole ai “vagabondi”. L’ Italia. Il progresso.

BN

Se il proprio treno è in ritardo, la coincidenza partirà in perfetto orario.

Arthur Bloch, Legge dei treni, La legge di Murphy, 1977