Foglie nel vento

PicsArt_1447006989403

Sublime malinconia

Cosa c’è di male nell’esser foglia morta?

Nello scivolare dolcemente, lenta, nell’aria?

Nel dormire sulla terra, all’ombra di verdi fronde?

Nel farsi carezzare dai fili d’erba?

Cosa c’è di male nel pianto del cielo

Che insieme al tempo

Discioglie nell’ oblio?

(Equilibristasquilibrato)

https://senzafilo.wordpress.com/2015/06/08/0825-sublime-malinconia/

20151107_163049

20151107_162930

20151107_162920
Gift 4 Sis
20151107_162647
Gift 4 Sis

20151107_162619

20151107_162610

20151107_162523

Annunci

Fotogramma (equilibristasquilibrato inspired)

Solitario soffione

d’ autunno

tra l’ erba accarezzata

dall’ aria calda di novembre.

Fotogramma di vita

che si piega lieve

nello scintillio del sole

e

tra le gocce di rugiada.

PicsArt_1447003231355
Fotogramma

– 22

La bellezza da sola basta a persuadere gli occhi degli uomini, senza bisogno d’oratori.

(William Shakespeare)

PicsArt_1446998719461
Persa in un improbabile novembre lombardo

218 bis

Ho fatto un sogno.

Di solito non ricordo i sogni ma questo mi è nitido nella sua globalità, mentre mi sfuggono i particolari… ma so che ero allegra e soddisfatta.

Prima di ciò il mio sonno è stato interrotto da un’ emicrania spaventosa e molto strana, non di quelle mie solite… e, svegliandomi, il mio primo pensiero è corso alla brutta sensazione legata alle scie chimiche che ieri hanno velato il cielo in tre ore… era cosi strano che un cielo limpido e cristallino, di un blu cosi chiaro e trasparente potesse venire offuscato da un velo grigio e lattiginoso in meno di tre ore.

La luce radente e il tramonto poi hanno fatto il resto… non c’entra nulla, lo so. Ma c’entra… forse…

Torniamo al sogno… andavo a trovare Sofia ed ero in un bistrot pieno di gente colorata ed allegra, avevo il mio inseparabile blackberry e dovevo chiamare l’ufficio ma intanto mi godevo la libertà di tutte quelle sfumature di blu e rosso e giallo, degli abiti sgargianti e delle voci dai toni alti e squillanti. Poi ho tolto il mio bagaglio dalla macchina (boh…) che era informe e tutto disordinato e ci sta: non sono brava a fare le borse e ad incastrare gli oggetti, li metto alla rinfusa.

Quindi mi sono incamminata e ho trovato la responsabile del resort (la casa di Sofia è troppo piccola ed “abitata”) che mi ha indicato il mio appartamento: il 218. Ho controllato l’ubicazione sulla piantina e mi ci sono diretta, ma ho girato invano mentre si faceva sera… poi dopo ore di giringiro chiedo indicazioni e mi viene mostrato da un signore un loculo a livello della piazza con un tavolo al centro e due narghile, e aggiunge “ma è un diurno…”.

E infatti il mio pensiero è stato “devo dormire in piedi, non posso neanche stendere il sacco a pelo…”

Allora raccolgo tutta la mia roba rinfusa e mi metto in mezzo alla piazza a capire come tornare alla reception.

Ed ho svuotato la borsa: ne sono usciti telefoni e chiavi e pizzini…

E passava la gente, per lo più bambini, ai quali regalavo allegramente i pezzi della mia borsa.

Poi vedo arrivare la responsabile dell’ accoglienza sorridente su una bici e mi dice “non c’è problema, ora te ne trovo un altro ma devo gettare l’ acido nello scarico della turca per far scappare tutti i millepiedi pelosi…” al che io rispondo ” Sisi non c’è problema…” e mi avvio saltellando con lei mentre la mia mente (quella del sogno) si affolla di visioni di case in riva al mare e sono felice.

Cosa c’ entrino le scie chimiche con l’ emicrania e col sogno, con i miei pezzi dispersi e i millepiedi e l’ allegria non lo so…

Di certo stamattina ho guardato il cielo ed ho pensato che forse non c’è differenza tra la vita ed i sogni, che la realtà è quella che ci viene mostrata ma sta a noi crederci o meno. Perciò l’ unica verità è che ognuno ha il potere di crearsi la propria realtà, di essere libero o di essere schiavo, di essere infelice o di essere felice anche con i millepiedi pelosi.

Poi ho pensato a quello che mi ha detto Sofia ieri “mamma non faccio shopping da una vita e non mi manca, non abbiamo l’acqua in questi giorni ma ci siamo organizzati con le taniche e stasera vado a cenare in spiaggia, sulla sabbia. E sono immensamente felice. ”

Poi apro le news e leggo dell’ultimo improbabile scandalo in Vaticano…

Ma davvero qualcuno crede che siamo fessi?

Forse qualcuno vuole solo convincerci  che stiamo vivendo… peccato che non sia la nostra vera vita. Di quella dobbiamo riappropriarci…

Buona domenica.

PicsArt_1446973296611
Pozze d’ ombra

218

PicsArt_1446966585233
Il cielo di foglie


” Ti amo di 2 amori “

Ti amo di due amori,
uno di passione, uno a Te dovuto.
Nell’amore di passione
chiamo costantemente il Tuo nome e nessun altro.
Nell’amore a Te dovuto
ti togli il velo e lasci ch’io Ti veda.
Non merito lode per nessuno di questi amori.
Tu solo meriti lode per entrambi.

(Rabi’a al-Adawiyya)