Karma

Qualunque azione compiamo, anche la più banale, avrà dei risultati e delle conseguenze su noi e sugli altri perché nulla esiste in modo indipendente.

Siamo liberi di fare ciò che vogliamo, ma siamo anche responsabili delle nostre conseguenze.

Karma

Non trascurare le piccole buone azioni, pensando che non sono di alcun beneficio; anche le piccole gocce di acqua alla fine riempiranno una grande nave. Non trascurare le azioni negative solo perché sono piccole; per quanto piccola possa essere una scintilla, può bruciare un pagliaio grande come una montagna.
(Buddha)

PicsArt_1448558733626
Samsara
Annunci

Palle

Che palle…

Ora comincia la tiritera del Natale che ci porterà al 25 dicembre stremati ed insoddisfatti.

Quando ho visto che WP ha messo la neve che scende mi sono appesa bijoux a forma di palle a collo e orecchie…

Il Natale non è l’albero, il presepe, Babbo Natale e i regali, o il pranzo…non è solo cantare Tu scendi dalle stelle.

Tutto questo è solo una sua manifestazione esteriore che può rientrare a pieno titolo in un discorso di “tradizione” anche se molte sono le parole da spendere in merito ad una (?) tradizione che non si capisce più da che parte stia o se ci sta, da qualche parte…

Perche ci siamo inglobati passivamente riti come Halloween o, scandalosamente, il Black Friday rinunciando alla Commemorazione dei Defunti, a Santa Lucia, alla Befana?

Perché ci siamo presi ed incamerati riti che non ci appartengono e che ci siamo pecorecciamente bevuti e poi stiamo a parlare delle “nostre” tradizioni?

Quante parole spese per nulla se non per essere strumentalizzate da media prezzolati il cui unico fine è fare rumore, od improbabili politici il cui unico orizzonte è quello che mio padre definisce “il cadreghino”, cioè la loro povera seggiola che non riesce neanche ad essere una poltrona…

Silenzio.

E rispetto.

Per i profughi di qualunque etnia e per la loro disperazione, vittime di interessi più grandi di tutti noi…

Per i pensionati italiani che devono arrivare a fine mese tra tasse, gabelle e balzelli del cazzo mentre i “nostri” squallidi politicanti ci hanno svenduto per un misero tornaconto di improbabile potere…

Per tutti noi strumentalizzati ed usati nei nostri sentimenti e nelle nostre emozioni…

Forse l’unico regalo da chiedere questo Natale dovrebbe essere la capacità di essere compassionevoli e civilmente solidali con i nostri simili, tutti… buoni e cattivi, belli o brutti, puliti o sporchi.

Un Natale “pagano” o laico, lontano dunque da qualunque fede religiosa ma vincolato all’ unico comune denominatore: l’ essere fratelli.

Tutti.

 

 

 

 

Sul treno – 1 dicembre

Il grande amore, il successo, la fortuna, la gloria: ecco l’immagine che gli esseri umani si fanno della felicità, e sono queste le cose che attendono. Se tardano ad arrivare, qualcuno va a consultare degli astrologi, che dicono: «Ma sì, l’amore arriverà, il successo arriverà… Tra sei mesi, tra un anno, quando si verificherà il tale transito o la tale congiunzione di pianeti, lei incontrerà qualcuno e i suoi affari miglioreranno». Eccoli allora rassicurati, e continuano ad attendere…
Ebbene, non è così: la felicità non è qualcosa che ci si può accontentare di attendere così, dall’esterno. La felicità è anzitutto uno stato di coscienza che dipende dalla nostra buona comprensione delle cose. Non bisogna immaginare che siamo venuti sulla terra per vedere realizzati tutti i nostri desideri. Noi siamo sulla terra per imparare e perfezionarci. Ora, come perfezionarsi se non incontrando ogni giorno nuovi problemi da risolvere? Ecco, bisogna che sia ben chiaro: la terra è una scuola e, come in tutte le scuole, soltanto coloro che imparano fanno progressi e scoprono cos’è la vera felicità.

(O. M. Aivanhov)

PicsArt_1448890915337
Finestre sul calendario