La verità rende liberi

Chi mi conosce e mi segue sa che, per quanto mi stia sforzando di “capire” il mondo e ciò che sta accadendo non amo la politica ed i politici, soprattutto quelli “da strapazzo”, italiani e non…

Preferisco parlare di altre cose sul mio blog, in apparenza più “futili”.

Capita, però, a volte che girovagando in rete o su fb trovi delle perle come questa.

Allora, siccome tutto quello che sta avvenendo mi spinge a pensare e riflettere, ve lo propongo perché chi vuole leggere lo possa fare e colga le riflessioni che gli possono essere utili.

Per chi fosse interessato il post originale si trova sulla mia bacheca fb.

A NESSUNO VIENE IN MENTE.

A nessuno viene in mente che il famoso video della consulta tra Matteo Renzi e Beppe Grillo fosse abilmente taroccato da una operazione di marketing e manipolazione a favore del sistema.

In primo luogo bisognerebbe domandarci: Che cazzo ci fa Grillo in quell’appuntamento? A quale titolo? Quale carica ufficiale ha Beppe Grillo per parlare a nome di tutto il M5S?

Grillo non aveva sempre affermato che lui sarebbe rimasto fuori dall’azione politica?

Eppure sta là… senza nessuna carica: ne tanto meno una votazione all’interno del M5S che lo abbia scelto per presentarsi come delegato del movimento.

E questo la dice lunga sul senso della democrazia all’interno di un movimento che si autoreferenzia portatore di cambiamento per il benessere dell’Italia e degli italiani.

Comunque andiamo avanti.

Per leggere i retroscena di questa situazione – e per identificare Grillo e Renzi come una sorta di Gatto e Volpe che servono fedelmente il loro burattinaio – bisognerebbe innanzitutto avere delle basi culturali che permettano la comprensione dell’attuale sistema socio-politico.

L’attuale democrazia è anche definita democrazia indiretta in quanto permette ai rappresentati politici di prendere decisioni per conto degli elettori che non hanno voce in capitolo.

Infatti l’articolo 67 della nostra costituzione recita quanto segue:

Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.

Questo significa che tutti i politici eletti dai cittadini sono autorizzati a non rispettare le promesse elettorali che hanno fatto per conquistare i consensi.

Il cittadino comune non ha nessuno strumento giuridico nelle sue mani per fermare l’operato dei politici in corso d’opera nell’eventualità fosse necessario interrompere il mandato in caso in cui il politico delegato non rispettasse la filosofia per la quale è stato votato.

Già questo ci fa comprendere in quale razza di sistema politico siamo costretti a vivere.

Ora la domanda interessante da porci è: Se questo sistema politico non garantisce gli interessi dei cittadini: Quali interessi protegge?

Magari questi video per chi non è ancora al corrente di certe sfumature possono aiutare a facilitare la comprensione.

LA MONETA

L’INTERESSE SULLA MONETA

Con questi dati culturali è facile comprendere che esiste una elite mondiale che detiene in mano sia gli strumenti monetari che le risorse strategiche del pianeta attraverso le multinazionali, e quindi attraverso delle personalità giuridiche.

Quindi queste elite operano nell’agire socio-economico attraverso gli Stati che legiferano per loro conto facendo risultare il loro operato perfettamente legale.

Una volta esistevano i Re a dettare legge. Oppure gli imperatori o i dittatori. Comunque esisteva un Regime diretto tra le masse ed il loro indiscusso padrone.

Questo rapporto diretto però aveva delle lacune per i potenti del tempo.
Nel caso di malcontento con rivolte questi potenti venivano sovrastati dalle masse come nel caso della rivoluzione francese.

Per evitare questo furono inventate le “democrazie indirette”.

Attraverso questi sistemi – e con lo strumento legislativo – i potenti poterono nascondersi dietro il diritto privato a discapito del diritto pubblico.

Con il tempo furono costituite legalmente le “personalità giuridiche” : spa, srl ecc ecc

Con questi strumenti legali i potenti nascosero il loro volto all’interno di scatole cinesi fatte da S.p.A.

Si può quindi affermare che le attuali democrazie indirette non sono altro che sistemi “steganocratici” (da stéganos, copertura, tetto), ossia un potere nascosto che si regge sul fatto di celarsi, di non essere capito e conosciuto e accettato.

Attraverso queste effimere democrazie e con il supporto di abili burattini il vero potere antidemocratico di queste elite ha potuto espandersi nel tempo in una cornice “legale” fatta su misura per loro.

I politici – in questo stato sistemico delle cose – non sono altro che dei criminali di una versione planetaria del gioco delle tre carte con i complici.

Disgustosi compari apparentemente divergenti tra loro davanti alle masse ma intimamente complici. Proprio come i compari nel gioco delle tre carte che mettono in mezzo la vittima di turno per depredarla dei propri averi.

L’unico obiettivo di questi “politici attori” non è altro che quello di mantenere in vita questo sistema con la cattura dei consensi elettorali continuando a propagandare una democrazia indecente.

E’ il burattinaio che fa emergere un partito o un movimento più tosto di un’altro. Pilotando in modo occulto le masse a suo favore e restando ben nascosto per non essere individuato.

Questo è possibile perchè il burattinaio (che è un elite minoritaria di aristocratici potentissima) con le S.p.A. ha in mano tutto: risorse strategiche, moneta, media, società di marketing e quant’altro di cui necessita per la sua difesa e per il suo dominio incontrastato.

E’ il burattinaio o Grande Usuraio che modifica e stimola le esigenze delle masse incanalandole dove più gli conviene.

Ora – con queste basilari nozioni – si può analizzare il video in questione tra Matteo Renzi e Beppe Grillo per trarne le opportune valutazioni.

I problemi reali quindi non sono mai la merda che ci viene sbattuta in faccia ogni giorno dai media; il problema reale è quindi il sistema socio-politico attuale che serve solo ai poteri forti per sfruttare le masse facendole credere democrazia ciò che invece andrebbe chiamato con il suo vero nome: Regime Indiretto.

Da una parte Renzi premier antidemocratico perchè non eletto democraticamente dalle masse e prosecutore della strategie dei Governi illegittimi dopo Amato, Ciampi, Monti, Letta ecc ecc.

Tanto per dare un idea – e capire come funziona – sarebbe utile leggere il rapporto camera aperte openpolis per comprendere quante leggi sono state fabbricate per il Grande Usuraio Burattinaio a discapito dell’essere umano durante il Governo Monti.

http://blog.openpolis.it/2013/02/05/camere-aperte-2013/

Dall’altro il finto rivoluzionario Beppe Grillo che denuncia tutto ma che in realtà serve al Burattinaio per contenere e regolare il malcontento sociale attraverso la falsa speranza di Babbo Natale.

Una tecnica tra l’altro ampiamente descritta fa George Orwell nel suo romanzo 1984; dove il rivoluzionario era un complice del sistema.

Renzi e Grillo sono entrambi utili a scatenare energie e dicotomie tra i cittadini simpatizzanti dei diversi schieramenti per continuare a portare la gente alla urne; alimentando la steganocrazia del Burattinaio a discapito dei diritti umani dei cittadini.

La democrazia o è diretta o non è democrazia.

Er.

Annunci

8 Replies to “La verità rende liberi”

    1. Già… ben lo so… e tu ben sai cosa penso io… anzi come la penso io… e quanto ribrezzo io provi di fronte a gente come renzi e grillo… non escludo che ci possano essere “bravepersone” animate da intenti positivi. Non escludo neanche che certi centri di potere siano necessariamente asserviti al sistema. Oppure non sarebbero li… 😆😆😆

  1. Da almeno vent’anni questo paese è fermo e in netta retrocessione; i risultati li stiamo constatando ora, purtroppo.
    I miei migliori auguri per un sereno Natale.
    ^___^

    1. E già… ma come tante pecore aspettiamo che il pastore ci guidi mentre ci porta al macello… speriamo che il nuovo annp ci porti la volonta di aprire gli occhi… anche a te tsntissimi auguri e grazie per il psssaggio. A prestissimo

  2. Come gli e’ vvero!

    Auguri, Manu, per te , per i tuoi e per questa Povera Italia…. ( come diceva mia nonna…..poiche’ anche allora le cose non andavano troppo bene , si vede!)
    Un abbraccio speciale,
    A.

    1. Un abbraccio specialissimo anche a te tesoro… è tristissimo rendersi conto dello schifo che ci circonda… ma la bellezza si nasconde tra le pieghe della realtà… ed ecco che incontri persone speciali… un bacione. 😘

Rispondi a equilibristasquilibrato Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...