Bye bye 2015

Non lo so come è stato quest’anno e forze neanche mi importa… chi mi ha fatto i tarocchi a gennaio scorso mi disse che sarebbe stato “l’anno del consolidamento” dopo un periodo lungo, difficile e sofferto.

Non posso dire non sia stato cosi.

Tante cose le ho chiuse, come l’ultimo tatuaggio fatto… e va bene cosi.

Alcune altre sono li, come un figlio adolescente e un pò ribelle che cerca il suo perché e io sono li, anzi qui, con il mio amore disponibile… e che fatica.

Altre sono dentro di me come la decisione di cambiare ritmi e vita.

Poi c’è il blog con le sue 38.000 visite che mi fanno sentire Madonna 💙💚💛💜, con i 12.000 commenti 👍👍👍👍👍👍per i quali posso solo ringraziarvi con tutto il cuore perché il confronto è stato importante per me, con le 1.000 visualizzazioni di “Come un gatto e buonanotte” 😻😻😻😻😻😻😻😻😻 in testa alla hit dei post e nel quale un VIC (Very Important Cat) si mostra in tutta la sua placida rilassatezza, alla nuova immagine che ho rubato ad equilibrista (con il suo permesso) 💅💅💅💅💅💅💅💅💅…

E quindi gli amici persi o ritrovati, vecchi o nuovi, reali in carne ed ossa o virtuali in lettere e caratteri: persone che fanno della mia vita la meravigliosa altalena che è.

E la mia amata Francia della libertà con le sue vacanze raminghe e selvagge.

Poi c’è il vintage che adoro.

E in fondo, le albe e i tramonti che hanno scandito le mie giornate fatte di paesaggi meravigliosi. Di laghi e di fiumi. Di mari e orizzonti di sabbia che hanno accolto la mia bimba nella sua avventura… e quanto mi manca.

Insomma il meraviglioso caleidoscopio dei miei affetti.

Ringrazio di cuore tutti voi che ci siete stati e mi avete accompagnata: amori, affetti, amici, colleghi, conoscenti… tutti voi, meravigliose e dolcissime note sulla spartito della musica della mia vita.

Rimanete nel mio cuore.

A Natale ne ho riportato solo uno stralcio, oggi trentuno dicembre ve lo propongo per intero perché non conosco parole più belle per una fine che è un inizio.

A tutti voi un felice 2016 con la speranza che il mondo possa essere un luogo più “giusto” e più compassionevole ma soprattutto sia foriero di speranza e di pace.

Vi abbraccio.

Nel febbraio del 1600, il giovane amico Sagredo gli fece visita nella cella della sua prigionia.

“Un giorno non lontano una nuova era giungerà finalmente sulla terra. La morte non esiste. La miseria, il dolore e le sue tante tragedie, sono il frutto della paura e dell’ignoranza di ciò che è la vera realtà.”

“Ma quanto tempo ancora sarà necessario?”

“Il tempo dipende da noi, Sagredo. Il tempo è l’intervallo tra il concepimento di un’idea e la sua manifestazione. L’umanità ha concepito il germe dell’utopia e la gestazione procede verso il suo concepimento inevitabile: il secolo passato è una tappa importante, che precede  la nascita. Gli Esseri divini vegliano sulla gestazione della terra e alcuni nascono qui per aiutare gli umani a comprendere che la trasformazione dipende dal loro risveglio.”

 “Anche voi Maestro siete sceso qui per questo scopo?”

“ Anch’io Sagredo, ma non sono solo. C’è un folto gruppo di Esseri, che sono scesi più volte nel corso della storia e si riconoscono nel grande Ermete, Socrate, Pitagora, Platone, Empedocle… In questo secolo Leonardo, Michelangelo…

“Non so quando, ma so che in tanti siamo venuti in questo secolo per sviluppare arti e scienze, porre i semi della nuova cultura che fiorirà inattesa, improvvisa proprio quando il potere si illuderà di aver vinto.”

Rumori di fondo indicano che la visita volge altermine.

“Maestro quando potrò ritrovarvi?”

“Guarda dentro di te, Sagredo ascolta la tua voce interiore e ricorda che l’unico vero maestro è l’Essere che sussurra al tuo interno. Ascoltala: è la verità che è dentro di te. Sei divino, non lo dimenticare mai!”

La porta si apre e compare il guardiano…

“Non ci stiamo separando Sagredo, la separazione non esiste, siamo tutti Uno, in eterno contatto con l’Anima Unica…”

dal libro di Giuliana Conforto “La futura scienza di Giordano Bruno”

Annunci

10 Replies to “Bye bye 2015”

  1. Manu, innanzitutto complimenti per le tue statistiche. Vedo che non hai pubblicato la solita cosa ma l’hai fatto in modo discorsivo, è più interessante, forse. E poi bello ciò che hai scritto e le citazioni, poi, meravigliose 😉 ❤

  2. Le statistiche dicono tutto senza dire nulla… solo mi sono sentita una pop star… in fondo non credo di raccontare “cose interessanti” per la massa. Solo, credo che chi arriva da me trova un pò una pozza di acqua fresca… serio e faceto mischiati insieme… cmq se vuoi ridere, dice che sono 61 i paesi del mondo da cui sono stata visitata mentre so benissimo che, in molti casi, si tratta di server che taluni con i quali ho avuto baruffa hanno utilizzato per visitarmi in incognito… facciamoci quattro risate che fa bene. La cosa bella è che ho incontrato persone come te, meravigliose…. un bacione grande 😘😘😘😘

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...