Adelina & Guendalina

virginiaepoi

Sono manu e scrivo su questo blog per la prima volta.

Ne sono onorata e felice.

Oggi è il mio compleanno, il 52esimo anche se, in realtà, nel Cuore forse ne dimostro venticinque…

E per regalo una gita, un posto magico da andare a visitare… un luogo scoperto in settimana e mai sentito nominare nonostante io viva ad una manciata di chilometri da li: a volte crediamo che il paradiso possa nascondersi in posti lontani ed esotici mentre, invece, spesso è dietro l’angolo…

Lierna, piccolo paesino sul ramo di Lecco del lago di Como.

Una chiesetta ed un castello. Il lago. Il sole primaverile.

Non occorre molto né per festeggiare né per essere felici.

Poche cose di contorno, poi l’ auto e la buona compagnia di chi ti vuol bene.

Il lago era calmo ed a piedi abbiamo camminato sulla riva, goduto i raggi del sole che si rifletteva sull’ acqua. Ho…

View original post 342 altre parole

Grazie

Grazie a tutti.

Per gli auguri.

Via whatsapp, via sms e via messenger.

Su facebook, sul blog e via linkedin.

Al telefono, che ha suonato tutta la mattina.

Grazie a tutti coloro che mi hanno dedicato uno o dieci minuti della loro giornata. Con un pensiero, un saluto, un augurio o delle chiacchiere.

Grazie a chi si ricorda di me, a chi apprezza quel poco che posso e riesco a fare.

Mi commuovono l’attenzione e l’affetto, la vicinanza e il sostegno, l’ essere nei pensieri delle persone; anche di alcune che pensavo non avrei piu sentito e che invece mi hanno trovata per vie “traverse”.

Il regalo più bello è quello di “essere” nel tempo di chi cammina con noi o anche solo ci sfiora.

E oggi me lo sono goduto fino in fondo, a spasso sul lago sotto un sole primaverile.

Ogni secondo è di valore infinito, perché è il rappresentante di un’eternità tutta intera.
(Goethe)

PicsArt_1454257891436

 

 

Non dimenticare (10.2016)

Dunque la sora Ilva è la tipica rappresentante dell’alta dirigenza statale: non solo strapagata, ma del tutto incompetente. Ce ne sono decine di migliaia come lei; tutti stipendiatissimi e potentissimi perché hanno in mano le leve reali del potere, quelle tecniche e burocratico-giuridiche; tutti a carico di noi contribuenti, e ostacolo allo sviluppo del Paese per la loro   stupidità incompetente. Fosse solo strapagata, sarebbe ancora il minor male; ma il peggio è che è questa casta che “governa”. E’ a questa casta che si deve il declino del Paese, illuminato dall’ultimo numero dell’Economist: dai “tempi lunghissimi per aprire un’impresa”, contrariamente a tutti i nostri concorrenti in Europa e fuori (perché il compito che si dà la Casta è “controllare”, ossia ostacolare chi produce, in cui vede nient’altro che un evasore potenziale) fino alle “dimensioni troppo piccole delle imprese”: un nanismo per sopravvivere alle avide e incompetenti, persecutorie attenzioni della Casta parassitaria , che ci penalizza sul mercato mondiale. Incompetenti i ricchissimi marpioni di Bankitalia, che lasciano saccheggiare il risparmio del paese agli stranieri (o addirittura gli tengono il sacco); fancazzista ed arbitraria la magistratura delle procure, che accumula arretrati e incertezze del diritto; inutili e dannose le Belle Arti, che hanno lasciato bruttare le coste di tutte le isole e poi impediscono la ricostruzione di un ponte del 900, perché “primo esempio di ponte in cemento armato”, e dunque “patrimonio da proteggere”.

http://www.maurizioblondet.it/il-vero-scandalo-e-la-sora-ilva-la-giannizzera-inamovibile/

Lemniscus

….è che non abbiamo alcuna speranza di arrivare alla meta!
Sì, è questa la cosa esaltante: sapere che non si finirà mai. Purtroppo, per alcuni si verifica esattamente il contrario. Dicono a se stessi: «Occorre troppo tempo e i risultati si fanno talmente aspettare… dunque, rinuncio». E scelgono una meta che è possibile raggiungere in pochi anni. La raggiungono, sono contenti, hanno finito per ottenere ciò che desideravano; ma ben presto si accorgono che anche loro sono “finiti”, morti, sepolti… perché sono andati alla ricerca di qualcosa destinato a finire!

Solo coloro che hanno compreso di dover cercare l’infinito, l’illimitato, ciò che è al di là del tempo e dello spazio, si sentono vivi, perché la vera vita è l’immensità, l’eternità. Non rifugiatevi quindi in ciò che è accessibile, limitato: abbracciate l’infinito e anche la vostra gioia sarà infinita.

Sarà la felicità, la luce, la forza, il fiorire di tutto il vostro essere.

(Omraam Mikhaël Aïvanhov)

PicsArt_1454163128124

Fare esperienza

Mentre disfavo la valigia questa mattina pensavo che a fine aprile porterò solo il bagaglio a mano ed eviterò di caricarmi di pesi inutili. Ci sono luoghi dove la vita è molto più semplice e meno artefatta della mia, dove non servono otto magliette nere perchè “non si sa mai”…

E intanto ragionavo sul mio doppio binario d’ora: mentre io bevevo il secondo caffe, Sofia stava aprendo gli occhi. Allora le ho mandato il nostro solito messaggio.

E pensavo all’ esperienza che sta vivendo.

E ne sono stata immensamente felice ed orgogliosa.

In fondo la vita è fare esperienza, avere il coraggio di affrontare l’ ignoto e di vincere le proprie paure per conoscere e migliorarsi.

Fine aprile e poi estate. Da viaggiatori. Poi… poi con l’ inverno vedremo…

Un passo, poi un altro

E poi un altro ancora

Sul filo che congiunge

Tutti gli orizzonti.

(Equilibristasquilibrato)

PicsArt_1454150379085