Haiku & Varie (15.2016)

Acqua sottile
Che confonde le cose.
Ombre nel buio.

Mattine come queste sono difficili: devi fare uno sforzo enorme per non lasciarti prendere dal torpore e sopraffare dalla stanchezza e dal tedio.
Hai voglia di scuotere i “fantasmi” che ti circondano seduti nelle loro espressioni ebeti per chiedere loro come fanno a sopportare tutto questo senza soffrire o se sentono qualche cosa invece di essere e produrre solo rumore.

Poi invece ti dici “Perche? A che serve?” e ti chiudi in una bolla per digitare sulla tastiera: unisci le lettere con un filo invisibile per dare vita a pensieri e non lasciare che le emozioni possano venire sepolte dall’abitudine.

Essere vivi è uno sforzo costante.
Togliere con un gesto voluto e meditato quella patina grigia, quel velo di polvere che opacizza tutto, quella coltre cosi simile a questa pioggia sottile e fredda come nebbia che lascia intravedere solo le ombre di quello che è.

Ho voglia di colori forti e di contrasti, di verde smeraldo di blu intenso di giallo luminoso di rosso cangiante, di luce intensa che ferisce gli occhi.

Ho voglia di camminare per conto mio, al mio passo, senza subire i ritmi e i rumori del treno.

Allora cerco di occupare poco spazio, ha ragione Jodo…, mi faccio piccola ed ignoro i g

Mi sento come Frodo sulla via per Mordor e, mannaggia come pesa quest’ anello…

PicsArt_1456251568093

Annunci

17 Replies to “Haiku & Varie (15.2016)”

      1. provarci vuol dire non arrendersi… e vuol dire vivere… vuol dire continuare a camminare… altrimenti saremmo nati pupazzi…

      2. Mia madre ha vaticinato ed ha predetto sole nelle giornate di sabato e domenica. Me lo faccio bastare ed avanzare. Per ora 😀 Lo so treasure lo so… tanti kisses 😀

      3. Mia madre predice per la comasca. Ed è infallibile. Peggio dell’ oracolo di Delfi… unico difetto: non si spinge al di la dei suoi confini. Spero tanto sole anche per te ciccia… 😀

      4. mi piacciono le previsioni circoscritte, sono quelle che hanno più senso…
        pare arrivi anche qua… e se non ci sarà faremo altro… 😉

  1. hai espresso egregiamente una sensazione forte
    rendendola percepibile chiaramente

    penso che la realtà “moderna” (che termine strano,
    dovrebbe suonare “positivo” ed invece è esattamente
    l’opposto) ci ha obbligato a vivere le nostre vite
    portando sempre degli occhiali con delle “strane” lenti,
    deformanti, annebbianti, decoloranti, uniformanti …

    se si riesce a trovare la forza di levarseli
    la vita ha tutto un altro aspetto, altri colori
    e finanche altri profumi … ma occorre tranciare
    la cinghietta con cui li hanno “bloccati” sulle nostre teste …

    ciao 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...