18 marzo

Già all’avvicinarsi della primavera, si sente tutta una vita che si risveglia: i fiori, gli alberi, gli uccelli… È una nuova onda che irrompe nella natura. Ecco uno dei fenomeni più straordinari: il rinnovamento. Ogni anno tutto si rinnova… tutto tranne gli esseri umani! Loro, gli umani, rimangono gli stessi, non pensano a mettersi all’unisono con quel rinnovamento; si direbbe che si siano barricati. Perché non fanno lo sforzo di aprirsi, di aprire in loro porte e finestre affinché quella vita possa pervaderli, impregnarli? Alcuni diranno: «Ma per noi è finita, siamo vecchi. La primavera è per i giovani…». Ragionando così, si isolano dalle sorgenti della vita e invecchieranno sempre più velocemente.
Tutti devono andare di pari passo con il rinnovamento, non c’è distinzione tra giovani e vecchi. Avete mai sentito i vecchi alberi dire: «Oh, sapete, noi abbiamo già superato l’età in cui fiorire e rinverdire; ora queste cose le lasciamo ai giovani»? No, anche loro in primavera si coprono di foglie e di fiori. Quindi, anche le vecchie nonne e i vecchi nonni devono entrare nel girotondo della primavera, trotterellare, saltare, danzare – almeno simbolicamente – e si sentiranno meglio.

(O. M. Aivanhov)

primule

Annunci

12 Replies to “18 marzo”

    1. Buongiornooooooooooooo
      😀 of course mon cher… celebriamo la linfa vitale che scorre nelle nostre vene… chi è non-morto neanche si accorge del sole e delle primule… noi si. ed è meraviglia :-*

    1. Stupidera è il termine corretto ed è strettamente connesso alla primavera, dunque va benissimo ahahahahah… diciamo Cocoon? Wonderful 😀 ahahahahahahahah 😀 e “sivo” sia… 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...