Ipocrisia & Pensieri confusi

L’ individuo è depresso. La soluzione ?

La soluzione sta nel Prozac, ma solo per “evitare” che la situazione degeneri… così “egli” assume il Prozac e continua a vivere in una bolla che fa acqua da tutte le parti. La droga quotidiana, come e meglio di un’ iniezione inibente o eccitante che gli fornisce una realtà tutta “sua”, costruita ad hoc… e va bene cosi. Certo che va bene così… così semplice, così fruibile, così da supermercato del nulla dove ognuno possiede la propria realtà in base alla propria dimensione. Anche quella di schiavo felice.

Lo scenario dell’ universo newtoniano è caratterizzato da uno spazio assoluto e da un tempo assoluto mentre nell’ universo dell’ infinitamente piccolo non valgono le stesse regole… cosa c’ entra? non lo so… assurdamente ho la sensazione che la relatività delle nostre percezioni e delle “leggi” che regolano la nostra esistenza possa essere una chiave di lettura per un inesistente equilibrio sopra alla follia quotidiana.

E  attorno a questa “cosa” i miei pensieri si avvitano cercando un senso che non esiste… ma lo giuro… io non capisco, né con la testa né col cuore, né col raziocinio né col sentire.

O forse si: ognuno cerca le proprie “droghe” ed i propri alibi per illudersi  di ciò che non possiede e di ciò che non è. Svende la propria coscienza per evitare lo sforzo di costruirla, accontentandosi di assistere alle immagini effimere di un film che qualcuno o qualcosa ha deciso per lui.

Se possiedi una coscienza sei un “malato” da curare…

Ipocrisia, cecità…. cos’ altro?

Notizia presa “così” per quella che è e per come viene riportata su Leggo, che sfoglio venendo in ufficio.

Non la commento… io non capisco… se qualcuno ci riesce mi spieghi questa fiera delle falsità e del non-sense.

Magari fosse solo mancanza di valori o di cultura… magari fossimo solo delle figure bidimensionali… invece accettiamo e vogliamo, richiediamo, di essere punti adimensionali tronfi di essere Tutto. Stolti.

Stepchild a Roma. Il bimbo nato in Canada con l’ utero in affitto

(…) Da ultimo è stato il Tribunale per i minorenni di Roma a riconoscere ad un uomo il diritto ad adottare il figlio del compagno, concepito in Canada grazie alla maternità surrogata: Il bimbo adottato ha circa tre anni, va all’ asilo ed è stato battezzato presso la parrocchia del quartiere. I suoi due papà – che hanno un rapporto stabile da 12 anni e si sono regolarmente sposati prima in Canada e poi in Spagna – hanno mantenuto i contatti con la madre surrogata che spesso sono andati a trovare insieme al piccolo. Il giudice ha valutato l’ ambiente “di crescita adeguato” ed ha ritenuto che l’ adozione da parte del compagno del padre biologico – che ha accudito il bambino sin dalla nascita – fosse nell’ interesse del piccolo (…)

Annunci

10 thoughts on “Ipocrisia & Pensieri confusi

    1. Stolti Francesco… ahimè stolti. Siamo diventando l’ incrocio di due coordinate e ci crediamo dio… 😦 potremmo essere meravigliosi e colorati come mandala e invece… che fatica voler essere dei mandala… Oggi è giornata da pinacoteca….

  1. Ne “Il mondo nuovo” si parla del “soma” una droga tuttifrutti che ti consente di accettare passivamente una realtà di merda per evadere nel virtuale della fantasia dove non infastidisci i padroni della stalla. Premonizione o messa in atto di un progetto?

  2. ma ognuno di noi si droga alla sua maniera per sfuggire alla merdosa realta’, tant’e’ che siamo a scriverne proprio qua. Non e’ forse questa una droga per noi blogger? parlare e scrivere e dissertare non visti e senza timore di ripercussione alcuna?

  3. Oh yes mia cara. Oh yes… “Platone è meglio del Prozac” intitola un libro che ho in libreria disperso da qualche parte… con la sola differenza che il blog può essere uno strumento di “salvezza” laddove esiste la responsabilità dell’ uso, dell’ essere visi e nomi e non avatar e nickname. La filosofia può essere una droga certo… lo scrivere, il leggere, il pensare…
    “E’ la dose che fa il veleno”… ed è l’ uso consapevole che non ne fa l’ abuso… Qualunque cosa può essere un droga, anche la nutella 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...