Sogno mattutino

Mi chiedete di spiegarmi, ma sono talmente lontana dalle parole, dalla logica, dal pensiero discorsivo, dall’ intelletto… Mi trovo in uno stato segreto e indicibile, sono il mistero dove ha inizio ogni conoscenza profonda, quando vi immergete nelle mie acque silenziose senza chiedere nulla, senza cercare di definire nulla, al di fuori di qualsiasi luce.

(A. Jodorowsky, La Via dei Tarocchi – Arcano XVIII La Lune)

Era buio questa mattina e la luna tramontava mentre mi alzavo. Una mattina che era ancora notte. Oscurità nella quale ho sognato parecchio, percorrendo molte strade in un’ altra dimensione. Poi, il suono della sveglia ed ho aperto gli occhi… allora ho dimenticato. Sbang… si è chiusa una porta. Clac… se ne è aperta un’ altra. O forse sono io che ho cambiato canale di ricezione e dall’ inconsistente sono tornata al solido.

Le nubi impalpabili di un cielo di primavera son diventate viole bianche sparse come perle tra l’ erba verde ed io vi ho camminato sopra con passi leggeri mentre entravo in un’ esistenza fatta di sensi ma sempre parallela ed interconnessa. Il gusto del biscotto mangiato in cucina leggendo le mail, il tatto dei polpastrelli sulla tastiera del blackberry, l’ udito nelle voci sul treno, la vista del paesaggio che scorreva e del sole che sorgeva. Il treno in orario ed i miei quindici minuti di passeggiata in centro.

Mi sentivo solida come un ciottolo su una spiaggia, un piccolo sasso immerso in qualche cosa che invece è fluido come l’ onda e la risacca che lo porta via e lo riporta. I miei sensi ed il mio tempo… io resisto e lui scorre. E mentre scorre mi leviga e mi modifica.

Nell’ aria del mattino mi sfiorava il velo che ogni giorno mi separa dall’ essere etereo nel quale ogni notte, sotto la luce della luna e una pioggia di stelle, mi trasformo. Era come vedere in modo diverso, percepire in modo differente ma sempre uguale, sfiorare vite tra loro intrecciate come le onde e le maree che si incrociano e si sovrappongono.

O forse eterea ed inconsistente è sola questa cortina che separa le mie coscienze perché sono sempre io quel sassolino: a volte l’onda mi porta giù in fondo all’ oceano mutando il mio mondo attraverso le ombre ed i riflessi di quello che sono, non sono ma continuo ad essere.

Ogni giorno ed ogni notte mi osservo, sono osservata e mi realizzo in ogni momento attraverso lo specchio appannato che forse sono.

Laddove esiste dualità, ivi l’ uno odora dell’ altro, l’ uno vede l’ altro, l’ uno parla dell’ altro… ma allorché tutto è diventato il sé di ognuno, l’ odore di chi e mediante che cosa potrà percepire? chi si potrà vedere, e mediante che cosa? a chi e mediante che cosa si potrà parlare?

(Upanisad)

viole

Annunci

13 Replies to “Sogno mattutino”

  1. Ciao Emanuela, sono stato un po’ assente oggi…andrà meglio domani…chissà…per ora buona notte 🙂
    Dal sogno mattutino a quello della notte, quella più di la che di qua…comunque sogno rimane…ciao

    1. Notte caro carlo… ti perdono se mi prometti che domani dissacri jodo. 😀Scivoliamo di qua e di la come fuscelli o piccole zattere… l importante è dondolare leggeri. Un abbraccio. A domani.

      1. Si, domani ci penso io a Jodo … oggi quella cosa sulla creatività…mah…o si ha o non si ha… per ora scivoliamo via sulle ombre della notte…e mentre ricambio l’abbraccio m’addormento 😉

    1. Ti ringrazio claudio…:-D Molto gentile… Amo i miei orari antelucani perché mi danno la percezione delle diverse dimensioni nelle quali può navigare la mia esistenza e dei limiti nei quali mi costringe la mia fisicità… Insomma “sperimento” :-*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...