L’ Orto

Ognuno di noi ha la propria tana, quella in cui precipita rincorrendo i propri desideri e le proprie chimere e che da l’ accesso ad un mondo fantastico e meraviglioso, un universo parallelo dove camminare leggeri in una dimensione diversa e fatata. Un presente che scorre parallelo ad un altro presente. Un multiverso nel quale scivolare per sognare, cantare, gioire e magari consolarsi.
Uno dei miei è l’ Orto botanico di Brera.
Ogni volta mi sorprendo… e sorrido.
Mi basta uscire dall’ ufficio ed attraverso la strada, passare lieve nell’ androne della pinacoteca sfiorando la statua di Napoleone.
Mi basta infilare i lunghi corridoi affiancati da statue e bassorilievi dove gli studenti fanno capannello e chiacchierano ridendo. La luce è bassa e fioca.
In fondo mi basta girare a sinistra e, ancora in fondo, ecco la luce: il tunnel termina e si esce nella luce.
E si viene scaraventati in un mondo diverso.
Fuori c’è la frenesia del business e la curiosità del turista invece qui esiste solo la calma pacata del passeggio; le magliette colorate si sostituiscono alle cravatte ed i tailleur, i panini sulle panchine ai business lunch ed i ciotoli all’ asfalto.
È un altro universo, una realtà parallela che un lungo tunnel collega ad un altra, una dimensione completamente diversa.
Anche l’ aria ha una consistenza diversa, un colore più cristallino, più vivo.
Forse sono i rami che sfiorano ed uniscono cielo e terra creando tetti e tappeti, ripari ed ostacoli, luci ed ombre dove perdersi. Dove il tempo si ferma mentre fuori è “solo” pausa pranzo.

ilmagodiozblog

PicsArt_1463690629509

View original post

Annunci

Anima Mundi

Non dite, “Ho trovato il sentiero dell’anima”,
dite piuttosto, “Sul mio sentiero ho incontrato l’anima in cammino” poiché l’anima cammina su tutti i sentieri.
L’anima non va su di una linea, e non cresce come una canna.
L’anima si svolge in mille petali come un fiore di loto.

(K. Gibran)

PicsArt_1463661126428

Ha smesso di piovere. Sono uscita e sono andata a camminare sui sentieri dell’ Orto botanico.

Non c’ era nessuno: solo un paio di turisti giapponesi, il solito piccione ed io, con la mia macchina fotografica.

E poi, il silenzio e la terra bagnata, il verde, il giallo, il rosa, il bianco ed il nulla delle gocce d’acqua.

E, meraviglia, era proprio nel nulla che si rifletteva il mondo.

Mi sono fermata. Incantata. Perle.

Perle di bellezza da condividere.

PicsArt_1463660418672PicsArt_1463660310965PicsArt_1463660216644PicsArt_1463660115540

 

 

 

 

Rouge

Comincia sempre da te; in tutte le cose e soprattutto con l’amore.
Amore è portare e sopportare sè stessi.
La cosa comincia così. Si tratta veramente di te; tu non hai ancora finito di ardere; devono arrivarti ancora altri fuochi finchè tu non abbia accettato la tua solitudine e imparato ad amare.

(C.G.Jung)

PicsArt_1463645598251