Due ed Uno

Sentiero dopo sentiero sono arrivata in fondo e sono tornata all’inizio. Ho percorso il mio giro per tornare li da dove sono entrata. Sul muro della torre dell’ osservatorio astronomico si arrampica un meraviglioso roseto:la settimana scorsa i fiori erano rosa tenue e squillante, oggi sono intrisi di pioggia, di una bellezza decadente ma non triste. La morte si accompagna alla vita. Io esco, devo ripercorrere il lungo corridoio e tornare alla realtà. Guardo l’orologio: è ora d’ ufficio. Arrivederci. Eterni ritorni. Viaggi.

“C’è un solo viaggio possibile: quello che facciamo nel nostro mondo interiore. Non credo che si possa viaggiare di più nel nostro pianeta. Così come non credo che si viaggi per tornare. L’uomo non può tornare mai allo stesso punto da cui è partito, perché, nel frattempo, lui stesso è cambiato. Da sé stessi non si può fuggire.”
(Andrej Tarkovskij)

ilmagodiozblog

PicsArt_1463895291868PicsArt_1463895202044

View original post

Annunci

2 Replies to “Due ed Uno”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...