Week end

Sabato mattina ho preso figlia e auto, poche cose nella borsa e via, una volta placatasi la bufera che ha allagato le strade di casa.

Destinazione una beauty farm fuori dal mondo e dal tempo: una bolla sospesa, sia per la sua ubicazione tra montagne poco mondane e modaiole, sia per la struttura stessa di vecchia villa liberty un po’ demodee e polverosa con una cucina favolosa ed un personale di servizio attento, preciso, accogliente e sempre disponibile.

Non ci andavo da un po’ ma è stato, come ogni volta, un ritorno a casa.

Sarà stato per le montagne di un verde abbagliante o per il cielo azzurro profondo dopo il temporale, ma tutto gridava alla vita.

La villa è immersa in un immenso parco di alberi secolari ed enormi cespugli di ortensie di ogni colore, dal bianco al rosa, dall’ azzurro al viola passando per il rosso acceso.

La pioggia aveva lavato via la polvere e reso l’ aria tersa e cristallina: la natura era tempestata di gocce di pioggia come diamanti abbandonati.

L’acqua che scorre nel sottosuolo delle montagne ed il granito danno origine a forze che ritemprano il fisico e la mente; stare sdraiati al sole è come assorbire l’ energia del mondo.

Amiche, non meno di madre e figlia, abbiamo trascorso ore lente al ritmo della luce che cambiava, in una dimensione temporale lontana da quella cittadina. Solo la natura e la fame, scandivano il passare delle ore.

Tornare è stata quasi una sofferenza, per entrambe.

E oggi di nuovo sul mio treno gelido ed affollato mentre Sofia è a casa con tante cose da fare ed in attesa di un aereo che la riporti in un posto che fa strano sentirla definire “casa”.

Strano che la casa non sia sempre il posto in cui si è vissuti o si vive.

Come del resto la vita che non sempre è la vita che si vive.

Oggi la casa ha perduto il suo splendore patriarcale; per la maggior parte degli uomini è solo una abitazione, su cui non pesa più la memoria delle generazioni defunte, che non tiene imprigionati i secoli futuri. Ma la donna si sforza sempre di dare al suo ‘interno’ il senso e il valore che aveva la vera casa.

(Simone de Beauvoir)

PicsArt_1467617337009PicsArt_1467617697575PicsArt_1467619808664

 

 

Annunci

15 thoughts on “Week end

  1. è strano definire casa qualsiasi luogo diverso dal proprio. A volte si è costreti…magari “casa” per entrambi sono quelle verdi montagne.
    Bello Manu

    1. Fuori dal mondo. e dai circuiti chic. Villa delle Ortensie a Sant’ Omobono Terme in Val Imagna. Ma per me è essere a casa. E si mangia da dio… oltre ad avere un ottimo rapporto prezzo/qualità. rappresenta proprio l’ essere oltre l’ apparenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...