Arcano X (La Roue de Fortune)

Non trascurare le piccole buone azioni, pensando che non sono di alcun beneficio; anche le piccole gocce d’ acqua alla fine riempiranno una grande nave. Non trascurare le azioni negative solo perché sono piccole; per quanto piccola possa essere una scintilla, può bruciare un pagliaio grande come una montagna.

(Buddha)

Le mie azioni sono i miei unici veri effetti. Non riesco a sfuggire alle conseguenze delle mie azioni. Le mie azioni sono il terreno su cui mi muovo.

(Thich Nhat Hanh)

https://flic.kr/p/Kjzq71

 

Annunci

W la France

Nizza, la poliziotta che si rifiuta di mentire e resiste al governo

La Francia si ribella e sostiene il coraggio di Sandra Bertin, che non accetta di ‘aggiustare’ l’inchiesta sull’attentato del 14 luglio, Sosteniamola!

lunedì 25 luglio 2016
di Marcello Foa.
In Francia sta succedendo qualcosa di straordinario. Come molti di voi avranno saputo una poliziotta, Sandra Bertin, che la notte dell’attentato era responsabile della videosorveglianza a Nizza, ha denunciato le pressioni subite dal governo per modificare il rapporto su quella tragica notte.
Un donna con la schiena dritta che però ora viene sottoposta a pressioni indicibili. Il ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve l’ha denunciata per diffamazione, il governo continua a rilasciate dichiarazioni durissime contro di lei, a cominciare dal premier Manuel Valls.
Roba da far vacillare chiunque. E invece la Bertin non arretra. E con lei la polizia e il sindaco di Nizza. Tengono le posizioni, credono alla loro poliziotta, che d’altronde non ha ragioni per mentire. Si ribellano con vero spirito Repubblicano e vero senso dello Stato.
E non sono soli. Su internet è scattata la solidarietà dei cittadini, che hanno aperto una pagina Facebook si sostegno alla Bertin, la trovate qui: https://www.facebook.com/soutienalapoliciere/
Potete appoggiarla anche voi. Io l’ho fatto. Questa è la Francia che merita la nostra ammirazione. La Francia che difende la libertà, la giustizia e la democrazia.
Mai come ora Vive la France Républicaine!
Qui l’intervista alla Bertin: http://goo.gl/XHNtDn

ll sultano è pronto per l’Europa

Il simplicissimus

 Anna Lombroso per il Simplicissimus

Sospensione della Convenzione europea dei diritti umani,  tre mesi di stato di emergenza, la creazione di un tribunale speciale per i presunti responsabili del tentato golpe e di un carcere speciale dove rinchiuderli, buttando la chiave. E ancora,  purghe di  magistrati, militari, accademici, tra i quali i 1.577 rettori,  giornalisti (ammontano a 9332 i  provvedimenti disciplinari). Perfino un cimitero del disonore: il sindaco di Istanbul  ha annunciato che sarà costruita la Tomba dei traditori  per seppellire i golpisti, i cui cadaveri non meritano di essere accolti nei cimiteri cittadini.

Ecco che  finalmente Erdogan dimostra di meritarsi a pieno titolo l’ingresso in Europa al fianco di leader e premier   che esprimono al meglio la “forma” delle democrazie occidentali, della quale il sultano rivendica la pervicace azione di tutela in patria.  Magari con qualche “esagerazione”: il golpe vero, presunto, provocato, cavalcato è stato un po’ più estremo e spettacolare, ma…

View original post 585 altre parole

A proposito di lavoro, povertà e ricchezza – Spiragli di Luce

Elvio è un blogger che seguo su WP e su FB.

Riflessioni semplici di una “persona normale” dirette a “persone normali”.

Grazie Elvio!

Il punto focale, credo, è che abbiamo perso il senso di comunità. In una comunità non si pagano necessariamente le cose col denaro. Una comunità basata sul dare implica il ricevere. In una comunità del genere non si fanno contratti, perché si vive con un obiettivo comune. Abbiamo sempre pensato, finora, che ci volessero tanti soldi per poter vivere. Non a…

via A proposito di lavoro, povertà e ricchezza — Spiragli di Luce

Last Monday

L’ ultimo lunedi. Menosei. Menoquarantacinque.

Mi sveglio, come tutte le mattine: ciccione ha fame anche se la ciotola è piena. Bulimia felina. Micetto, detto anche “pirata” o “gattonero” invece, in crisi affettiva, ha voluto dormire tutta la notte abbracciato, incurante del caldo. Abbiamo tutti i nostri vezzi…

Il cielo sembra grigio e invece è blu. Ultimo lunedi forse, con la mia barista “nazi” che ha impiegato sei mesi a capire che io, la mattina, il caffè lo voglio americano-macchiatocaldo-conunaspruzzatadicacao. Abbiamo tutti i nostri vezzi e le nostre confort zone…

Il treno è in orario. Ultimo lunedì, forse, con i miei pendolari e le mie carampane… forse siamo tutti telecomandati. Non le conto le carrozze e non faccio nulla per salire sempre sulla stessa ma finisco sempre li. Stessa carrozza e stesse facce calate negli stessi smartphone. Non credo il treno si fermi con precisione millimetrica nello stesso punto (non siamo svizzeri e neppure giapponesi…) ogni mattina e non credo nella sincronicita tra me e il treno. Non ci voglio credere. Rimarrà un’ affinità misteriosa tra l’ anima e il mezzo meccanico.

Ci sarà un primo lunedì. Un punto zero. Un menoquarantotto.

E in mezzo tutta la settimana da vivere.

Buona settimana.

La vita è più facile se si teme soltanto un giorno per volta.

(Charlie Brown, in Charlie M. Schultz, Peanuts)

PicsArt_1469291761307

 

 

 

25 luglio

“Il Sole” (Orso Romeo devoted)

Poi che son servo del Sole vi parlerò del Sole;

notte non sono, né adoratore delle notti, non parlerò di sogni.

Come messaggero del Sole e suo interprete,

segreti messaggi prenderò da lui e vi porterò la risposta.

E poi che vado come sole, brillerò su rovinati deserti,

fuggirò dai luoghi abitati, parlerò deserte parole.

Assomiglio alla vetta di un albero lontano dalla radice:

pur ristretto in secca corteccia, parlerò di succoso midollo.

Se pur son mela secca son più alto d’un albero;

anche se ebbro e sconvolto, dico parole veraci!

Da quando il mio cuore ha sentito il profumo della polvere della sua soglia,

ho vergogna anche della polvere sua, non parlo che d’acqua purissima!

Togliti il velo dal volto, ché il volto hai glorioso!

Non permettere ch’io debba parlarti come sotto ad un velo!

Se hai il cuore di pietra, io son pieno di fuoco qual ferro;

se assumi trasparenza di cristallo, io parlo di calice e vino!

Poi che nato sono dal Sole come il Re Qobad antico,

non sorgerò nella notte, non parlerò di chiaro di luna.”

(Rumi, Poesie mistiche)

2016-07-25_07-53-09