Fermate la guerra, si dimetta il governo

Fermare la guerra, si dimetta il governo

11.08.2016 Peppe Sini
Fermare la guerra, si dimetta il governo
(Foto di mikecrissflick via Foter.com / CC BY-NC-SA)
Il governo italiano ha ammesso di aver gia’ inviato segretamente truppe in Libia.
La cosa piu’ folle e scellerata che si potesse fare ed insieme la piu’ tragicamente coerente con la politica guerrafondaia, avventurista e golpista dell’esecutivo attuale.
E’ un governo di irresponsabili, di insipienti e di fuorilegge.
Che un Parlamento da operetta, incapace di svolgere il suo ruolo, non ha saputo contrastare nei suoi deliri, costantemente avallando a posteriori ogni sciagurata demenza del gabinetto in carica.
Con un Presidente della Repubblica dedito perlopiu’ a vacui esercizi retorici e latitante quando si tratta di difendere la legalita’ repubblicana, che rinuncia a difendere il decisivo articolo 11 della Costituzione che si apre con le lapidarie, inequivocabili parole “L’Italia ripudia la guerra”.
L’Italia si trova ancora illegalmente ed insensatamente in guerra: sia nel teatro afgano, sia in quello siro-iracheno, sia in quello libico.
Sperpera ingentissime risorse pubbliche in pro della guerra, della guerra assassina.
Rifornisce di armi e servizi dittature terroriste.
E partecipa di alleanze militari terroriste e stragiste.
Nel vortice della terza guerra mondiale a pezzi.
Cessi immediatamente l’illegale e folle partecipazione italiana alla guerra.
Si dimetta il governo.
Solo la pace salva le vite.
Peppe Sini, responsabile del “Centro di ricerca per la pace e i diritti umani” di Viterbo
Viterbo, 11 agosto 2016

http://www.pressenza.com/it/2016/08/fermare-la-guerra-si-dimetta-governo/?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+pressenza%2FcBtX+%28Notizie+di+Pressenza+IPA+in+italiano%29

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=16764

Annunci