La morale dei signori – da Cicerone a Mattarella

I poteri forti mistificano sull’immigrazione, la mostrano come un rimedio alla disgraziata denatalità da cui è stato colpito l’occidente, in realtà tutta la cultura occidentale ha congiurato per rinnegare la natalità come un ostacolo all’edonismo imperante, giovani generazioni destinate al precariato esistenziale, indotte subdolamente alla ricerca ossessiva del piacere, e proiettate in una dimensione virtuale che le distrae e le rende sempre più pokemon dipendenti.

Sono gli stessi poteri forti che determinano i flussi migratori, innescati dalle guerre Nato in Medio Oriente e Africa, e poi ci mostrano poveri bimbi offesi, sanguinanti o morti sulle spiagge di approdo, come il bimbo siriano Omran, simile ad una maschera di fango, ripreso mentre guarda attonito gli astanti … o Aylan Kurdi, che venne ripreso mentre giaceva senza vita a faccia in giù, tra la schiuma delle onde turche, fasciato dalla sua t-shirt rossa … troppo rossa e troppo pulita. La guerra e la morte sui nostri teleschermi sono solo un video game che ci attrae per le inedite immagini horror e ci rassicura insieme, perché poi infine noi restiamo nel privilegio della nostra “finta pace”. Secondo l’ultimo rapporto Unicef un bambino su 10 vive in zone di guerra, e nel corso del 2016 in Yemen sono morti 466 bambini … nessuna delle loro foto è diventata virale su internet.

Il traffico indotto dei migranti sottrae notevoli risorse economiche, a favore di Cooperative, Vaticano, Regioni, altrimenti spendibili per sostenere l’occupazione e gli investimenti … e che inoltre comporta problemi di criminalità, di sicurezza del territorio e di malattie importate. Negli ultimi 14 anni l’Italia ha versato all’Europa 213 miliardi di euro e ne ha incassati 141, con un disavanzo di 72 miliardi … per di più il divario aumenta ogni anno … il business viene gestito da corporation criminali, dotate di enormi disponibilità finanziarie, competenze logistiche e controllo del territorio. L’organizzazione mondiale dei migranti ha calcolato che ogni anno il trasporto dei clandestini attraverso il Mediterraneo vale circa 10 miliardi all’anno. Ormai per la criminalità è la seconda industria, dopo il commercio delle droghe e prima della vendita delle armi. Infatti un “biglietto” per i viaggi della speranza costa tra i 3 mila e i 4 mila euro.

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=16794

Annunci