Esagramma 5. L’ Attesa (il Nutrimento)

ilmagodiozblog

Soltanto allora, scultura di santo lustrata dai baci dei credenti, la tua bocca potrà versare parole simili a soli.

Non saranno tue, a generarle sarà un’ umile gola.

Avranno lettere, suoni, forme, ma fertili stavolta, esplosioni gravide di canti, cattedrali della crescita perenne, giganteschi dizionari popolati mille volte da un solitario “grazie”.

(A. Jodorowsky)

Acqua sopra, Cielo sotto.

La luce incontra l’ acqua caduta nella notte ed i miei occhi catturano le scintille ed i bagliori, mentre il cielo si fa luce. Attendo la mattina per frugare tra l’ erba e trovare le stelle. Tutto arriva, lentamente, ed intanto il tempo si fa destino. Spontaneamente. Nutrendo l’ anima di lampi di luce contenuti in mondi celati.

View original post

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...