Ciaone Matteo

La rana e il bue

Una volta una rana vide un bue in un prato. Presa dall’invidia per quell’imponenza prese a gonfiare la sua pelle rugosa. Chiese poi ai suoi piccoli se era diventata più grande del bue. Essi risposero di no. Subito riprese a gonfiarsi con maggiore sforzo e di nuovo chiese chi fosse più grande.
Quelli risposero: – Il bue.
Sdegnata, volendo gonfiarsi sempre più, scoppiò e mori.
Quando gli uomini piccoli vogliono imitare i grandi, finiscono male.

(Fedro)

Annunci

35 thoughts on “Ciaone Matteo

    1. ma non vale solo per lui ma per tutti quelli come lui che pensano che fare politica sia fare gli interessi dei loro padroni. l unico padrone, bistrattato ed ingannato spesso e volentieri, è il popolo. Mai scordarselo.

      1. ovvio, questo è sottinteso, come il Go HOME del 45-46 era per tutta l’america non solo per i “soldati liberatori”occupanti!

      2. sisi alla faccia di chi ha parlato di divisione ce un paese che si e ritrovato coeso nei suoi valori fondamentali. Lascia stare i milanesi e simili dove solo il dio denaro conta… ora occorre peace sociale e lavoro duro. va sbattuto fuori chi blatera a sproposito e va ricostruito con love un paese cche esce on le ossa rotte. Per amore di se stessi. Piu italiani e meno europei. Piu senso dell onore e meno furbi. Piu umilta e meno boria… un bacione

      3. non intendevo questo…io intendevo ..LORO, fora di ball dalla mummia e resto…quanto alla coesione sociale credo sia più fruttuoso riconoscere le nostre diversità e vedere di uscire dal pantano dove i fiorentini ci hanno fatto finire…naturalmente italiani molto più che europei, anzi , manu, visto che i tedeschi, qualunque cosa dica l’angelona, vogliono il referendum per uscire dall’euro( 51% per il sì)…mi pare che potremmo tornare ad essere ITALIA!

      4. Guarda ma chere,io sono una fautrice delle diversita con il genero e la nipote capoverdiana… e ti appoggio in toto. La coesione parte dal rispetto e dalla collaborazione. Sarebbe una meraviglia ritrovarsi qualcuno che FA anziche parlare e fa nell interesse di chi vota, del popolo… Mi fanno paura i Grillo, i Salvini, I Berlusconi… oggi pero spero sia passata la lezione del giudizio sui fatti e non sulle chiacchiere… W l Italia

      5. penso di sì penso sia passata …ma non possiamo inventarci chi non abbiamo…è la politica della transizione opportunistica per uscire finalmente dal tunnel…qualcuno arriverà.

    1. Mi fa pieta nel senso che ha fatto un lavoro fatto malissimo… e non molla la sua boria dicendo di essere “odiato”… dovrebbe riflettere sul valore delle parole e sull energia che esprimono… guarda vlevo dedicargli il post sul karma ch ho pubblicato sul magodioz poi ho pensato che non era il caso e sarebbe stato meglio per me innanzitutto riflettere sulle conseguenze delle proprie azioni… moh vediamo. Di certo abbiamo bisogno di meno chiacchiere e distintivi…

      1. Guarda sull’essere odiato l’ho pensato pure io, anche perchè l’ambiente è quello, pieno di squali e non mi sembra che lui sia entrato bussando delicatamente la porta in Parlamento. Riconosco che il suo discorso di dimissioni, è stato più interessante di tante altre false vittorie che ci ha propinato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...