Lasciar suonare la propria musica

DIRITTO DI PAROLA
I demoni chiedono udienza
Questa è la loro notte
Il tempo ha paura
Trema e fugge
Io ascolto
Gli ottantotto denti
Del pettine d’avorio
Trillare e gemere
Quasi spezzandosi
Passando tra i fili tesi
Di grovigli di pensieri
Questa è la loro notte
I demoni chiedono udienza.
(Equilibristasquilibrato)

ilmagodiozblog

La musica è basata sull’armonia tra Cielo e Terra, è la coincidenza tra il disordine e la chiarezza.

(Hermann Hesse)

picsart_02-07-12-56-19

View original post

Annunci

Fading away

ilmagodiozblog

picsart_02-06-08-40-28

[… ] Guarda la forma di questa rosa, guarda il portamento, guarda le sfumature, le venature di questi petali, guarda quella stria rossa; e senti che odore, adesso! E lascia star la filosofia.»«Lei è nemico della filosofia?», osservò il professore, sorridendo.«Io sono amico», rispose Franco, «della filosofia facile e sicura che m’insegnano anche le rose.»
(Antonio Fogazzaro)

picsart_02-06-08-40-12

View original post

La vera Amicizia non è quella di FB

Un Facebook-dipendente mi ha detto: ho fatto 500 amicizie e in un giorno: io non le ho fatte in 86 anni. Ma quanti amici può davvero avere un essere umano?. Risposta: 150. Non di più. È questo il Numero di Dunbar: ovvero, la quantità massima di persone che possono far parte del nostro paesaggio emotivo. Andare oltre sarebbe un esubero, uno spreco di tempo.

(Zygmunt Bauman)

Oggi mentre me ne stavo sul divano ad occhi chiusi col gatto ascoltavo un tipo parlare dell’ amicizia e di come la vera amicizia non sia quella di alienarsi e dimenticare i problemi attraverso un approccio di puro consumismo di sentimenti e atteggiamenti nei confronti della vita e dei problemi, quanto la propria e l’ altrui realizzazione attraverso lo scambio continuo di idee ed emozioni. Chaimalo se vuoi empatia, energia positiva e costruttiva. Io sono su Facebook, sono su Linkedin e soprattutto su EyeEm, e penso di essere una persona estramamente social. Cionondimento non voglio confondere questi strumenti con le vere relazioni… queste sono finestre sul mondo e non certo il Mondo. Facebook in particolare è, secondo me, uno strumento pericolosissimo per chi lo usa al fine della costruzione della propria immagine… un po’ come chi usa il blog per dare un immagine di se che non è ciò che realmente è ma solo la facciata di ciò che si vorrebbe essere. È anche per questo che mi sto allontanando dal mondo del blog per concentrarmi sulle mie fotografie. Immagini che trasmettono e scambiano emozioni, scevre da tante parole che non servono a nulla.

La verità sta nell’ intuizione e nell’ indescrivibile anziché in papiri filosofeggianti che di vera filosofia non hanno nulla.

Boh… riflessioni da domenica piovosa….

Assunzione di responsabilità

Per farla breve il solo ingrediente indispensabile ma anche ineludibile ad ogni vera “guarigione” (intesa in senso ampio), cioè ad ogni Vita degna di essere vissuta, è semplicemente vivere davvero, cioè assumersi la responsabilità della propria Vita.

Ma poiché è più semplice, facile, deresponsabilizzante, non assumersi questa responsabilità e anzi almeno per noi che siamo cresciuti e viviamo vive nella bambagia del consumismo continuare a pensare e fare come abbiamo sempre fatto, cioè pensare come pensano tutti e fare come fanno tutti, è altrettanto ovvio che siano molto più numerosi i malati dei sani, molto più numerosi quelli che vivono male rispetto a quelli che vivono bene. In attesa di prendervi la responsabilità della vostra Vita, a ognuno il suo.

picsart_02-02-08-00-07

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=58216

Comunicazione di servizio

È un periodo intenso. Di quelli faticosi e pieni di impegni. Di quelli che iniziano all’ alba, o prima, e finiscono sfiniti sul divano con gli occhi che si chiudono nonostante il film o le chiacchiere.

Sono un pochino assente dal blog e dalle relazioni virtuali.

Vi chiedo scusa.

Il poco tempo che mi rimane lo dedico a chi amo nella vita reale e alle passioni che sono il carburante e l’energia di giornate interminabili e veloci come lampi.

Seguitemi su EyeEm. Emozioni da condividere.

dig